Tag Archives: marketer

Le nuove frontiere del digital marketing

Facebook e Twitter non sono i social network su cui i marketer dovrebbero investire per le loro pubblicità. Questa è la dichiarazione dalla società Forrester Research, contenuta in uno studio chiamato “Social Relationship Strategies That Work”: secondo i dati raccolti, i post dei grandi marchi raggiungono solo il 2% circa dei loro fan e meno dello 0,1% di questi interagisce nei post.

“È chiaro che Facebook e Twitter non offrono quella interazione con i clienti che i brand desiderano. – spiega Nate Elliott, vicepresidente della società americana di ricerca – Eppure la maggior parte dei brand usa ancora questi siti, e li mettono al centro dei loro sforzi, sprecando così ingenti risorse finanziarie, tecnologiche, umane su social network che non offrono valore”.

Inoltre, Elliott ha aggiunto: “È ora che i responsabili del marketing inizino a costruire strategie di relazione social intorno a siti che possano dare un certo ritorno. Per quanto continuino a guadagnare miliardi in visualizzazioni e introiti pubblicitari, Facebook e Twitter non sono più i siti cui guardare ai fini del digital marketing”.

La ricerca prevede nei prossimi mesi una larga migrazione di brand verso altre piattaforme: secondo i dati, infatti, i messaggi su Instagram delle migliori marche ricevono un tasso di engagement per seguaci 58 volte superiore a quella di Facebook e 120 volte superiore rispetto a Twitter.

La Forrester Research sostiene quindi che un’efficace strategia di digital marketing va ricercata in ambienti più ristretti, come siti dedicati dagli stessi brand e implementando il contatto diretto con l’utente soprattutto attraverso mail e newsletter.

Quale pensate sia la strategia giusta da seguire?

Un’estate senza logo

Saranno sugli scaffali tra pochi giorni le nuove bottiglie e lattine di Coca-Colano logo”. Di cosa stiamo parlando? La bibita gassata più famosa al mondo fa sbarcare in Europa la sua campagna no logo, cominciando proprio dall’Italia.

Da metà maggio fino alla fine del mese di agosto le etichette dei prodotti Coca-Cola acquistabili in Italia non riporteranno più la classica scritta. Ci saranno al suo posto 150 nomi di battesimo, soprannomi, e modi di dire tra i più diffusi tra i giovani dai 13 ai 19 anni nel nostro Paese accompagnati dal claim “condividi questa Coca-Cola con…”.

“Condividi una Coca Cola”, questo il nome della campagna, si presenta come un esperimento di personalizzazione che nessun’altro aveva mai provato prima nel vecchio continente. «L’idea nasce dal desiderio di essere sempre più vicini al nostro pubblico e diventare, sempre più, la bevanda di tutti» spiega Fabrizio Nucifora, direttore Marketing di Coca-Cola Italia.

L’ultima trovata dello storico marchio americano sembra essere la naturale continuazione delle campagne precedenti, mirate soprattutto all’acquisizione di nuovi consumatori tra gli adolescenti e accrescere la fedeltà al marchio dei clienti già soddisfatti. Dopo le campagne su social media come Twitter e Facebook, applicazioni per smartphone e giochi online, il colosso di Atlanta punta alla personalizzazione massima dei suoi prodotti.

Voi comprereste più volentieri una bottiglia con sopra il vostro nome?