SEO: quanto ci vuole?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Se ne parla, se n’è parlato e se ne parlerà. L’argomento SEO è più attuale che mai. Ce ne parla The Marketing Blog:

“Adesso so cosa pensate. La mia risposta iniziale potrebbe suonarvi abbastanza male. Chiedete a qualsiasi esperto SEO quanto ci vuole per raggiungere il primo posto nei ranking, e potete star quasi certi che non otterrete una risposta diretta. Anzi, molti potrebbero non rispondere affatto.

Un problema che riscontro enormemente in questi giorni ha a che fare con l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e quanto ci voglia per vedere i risultati concreti delle vostre campagne SEO. Come è immaginabile, per cose che non sono controllabili direttamente, la risposta è “Dipende.”

Questo perché qualsiasi competente SEO con un minimo di esperienza nel settore, sa che cercare di prevedere quando un sito otterrà un certo risultato è puro suicidio.

Che succede se questo risultato arriva dopo… o prima? Sebbene la SEO sia in grado di migliorare in maniera più efficiente il ranking di un sito per una determinata keyword, non può prevedere cosa farà Google e quanto vi vorrà per farlo. Detto questo, ci sono alcune linee guida per determinare la competitività di un sito in termini di una particolare keyword.

Assumendo che sappiate alcune cose base sulla SEO, come per esempio cos’è la keyword research, il link building, potete giudicare la difficoltà che vi aspetta nell’ambito della SEO per una certa keyword da questi fattori:

1. Il Google Page Rank dei siti ai primi posti dei ranking per le search. Ovviamente, più è alto il loro PR, più sarà difficile essere competitivi al loro confronto.

2. L’età dei siti web più gettonati in quella specifica materia. Se le prime posizioni sono appannaggio di siti che girano per il web già da parecchio tempo, questo vi dà un’idea della loro forza.

3. Il numero di link in entrata dei siti delle primi posizioni per la parola chiave in oggetto. La qualità dei link in entrata è direttamente correlata alla posizione in classifica.

4. Il numero di competitori. Il numero che mostra Google quando completa una ricerca mostra quanti altri siti hanno al loro interno una parola chiave che vi interessa. Ovviamente, anche qua, maggiore è il numero dei competitori, più difficile sarà per voi primeggiare.

5. Il numero di ricerche mensili. Generalmente, i termini con il maggior numero di ricerche sono un campo più competitivo, in un’ottica di ranking. Non sempre, ma spesso.

Adesso che siete al corrente dei fattori che influenzano il ranking, avete capito senz’altro perché prevedere i tempi di riuscita di un progetto in questo settore sia così difficile.

Per quel concerne la mia esperienza personale, i risultati migliori si ottengono tra i 30 giorni e i 12 mesi. Dipende in gran parte dalla competitività che si sviluppa attorno a un determinato termine.

Data la complessità dei ranking in generale, e delle spiegazioni date qui sopra, dovreste avere un quadro più chiaro di quanto difficile possa essere determinare la tempistica in ambito SEO.

Quindi, la prossima volta che qualcuno vi chiede quanto ci vorrà, fateglielo sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *