Il Facebook dei luoghi: Plyce!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Si chiama Plyce, il nuovo social network dedicato ai luoghi. “Places, people, play” è lo slogan. L’idea di base è quella di mettere in contatto persone che sono in ambienti vicini ma che non sanno di esserlo, e di far condividere esperienze tra i visitatori di uno stesso ambiente. Il tutto ruota attorno alla geolocalizzazione.

plyce

Grazie a Plyce infatti si può:

  • vedere dove sono le persone in un determinato momento,
  • scambiarsi informazioni sui luoghi visitati,
  • pubblicare storie o scrivere la storia del luogo appena frequentato,
  • giocare ovviamente.

Sono quindi i luoghi i veri protagonisti, infatti come viene scritto nel sito stesso di Plyce: questo social “è come il Facebook solo che al posto dei visi ci sono i luoghi”.

Chiaro il riferimento al più famoso social network a livello attuale, proprio per far capire che il meccanismo è lo stesso ovvero far stare in contatto le persone, cambia solo il “collante”. L’allacciamento con il sito di Zuckerberg si nota anche perché è stata creata un’applicazione per cui Plyce è compatibile con Facebook: in questo modo si potranno vedere gli amici che si hanno in comune su Facebook con le persone che si trovano nelle vicinanze.

Plyce viene considerato la risposta europea di Foursquare, ma in questo caso il tutto viene trattato in modo più giocoso: infatti in “Plyce” si possono accumulare punti per diventare “sindaco” di un determinato luogo. In poche parole Plyce è il social network che connette le persone e i posti.