E’ un aggiornamento di stato? No, è una notizia sponsorizzata!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Con l’anno 2012 è in arrivo una grande novità per facebook: la possibilità di pubblicare news sponsorizzate all’interno del flusso di aggiornamenti degli utenti. Presto, insomma, tra una foto di una festa in cui abbiamo taggato alcuni amici e un commento ai provvedimenti dell’ultima finanziaria, potremo ritrovarci la pubblicità di un prodotto di bellezza. O di un’agenzia viaggi.

Sinora avevamo la possibilità di sbirciarle con la coda dell’occhio alla destra del nostro o di altrui profili, ma da quando ci si è resi conto che vengono cliccate il 46% in più dei tradizionali banner, si è deciso di trascinarle al centro dello schermo, in modo da fornire loro la massima visibilità.

Verremo quindi tratti in inganno? Forse solo all’inizio. Le notizie sponsorizzate, infatti, si differenzieranno dai nostri aggiornamenti per una dicitura che ne svelerà la natura di pubblicità visibile soltanto nell’ultima riga. Una sorta di stratagemma che spingerà gli utenti a leggere comunque il post, per realizzare soltanto alla fine che non si tratta di qualcosa che proviene dalle nostre tastiere.

Riusciremo a salvarci da quest’invasione del nostro spazio virtuale? Solo parzialmente. Avremo infatti la possibilità di nascondere manualmente ogni pubblicità. E soprattutto, le notizie sponsorizzate non saranno mai più d’una al giorno e proverranno da pagine verso le quali si è già espressa la nostra preferenza precedentemente.

E’ stato calcolato che l’incremento degli acquisti di notizie pubblicitarie potrebbe ridurre notevolmente i costi degli annunci su Facebook. Questa nuova forma di persuasione occulta potrebbe quindi rivelarsi la giusta strategia per rimpinguare le casse del social network di Zuckerberg.

Voi che ne dite? Ne approfitterete?