Di chi vi fidate?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Per un blogger, che attira su di sé attenzioni ma anche diffidenza, la credibilità è forse il requisito più importante. Credibili, però, non si nasce: si diventa. Dimostrando onestà, professionalità e qualità. E talvolta può non bastare. Ricerche passate, infatti, non avevano dato esiti rincuoranti sulla fiducia dei cibernauti nei confronti di coloro che pubblicano in rete.

Oggi accorre in nostro aiuto eMarketer, con uno studio intitolato significativamente “What Makes Social Media Trustworthy?“. Tradotto: cosa rende i social media meritevoli di fiducia? Nelle due tabelle qui sotto vi mostriamo l’evidenza dei risultati, non sconfortanti ma nemmeno esaltanti. La prima indica le fonti di informazione di cui i lettori si fidano, la seconda contiene consigli utili per guadagnare un importante bonus di credibilità.

Trust1

Trust2

Dialogo, partecipazione, commenti: gli indicatori sono chiari. Gli utenti vogliono interagire con l’impresa, porre domande ed ottenere risposte, costruendo un rapporto senza più segreti, basato sulla limpidezza e sull’unicità del contenuto. La raccomandazione principale di eMarketer, sulla base di questi dati, è: uscite dall’alveo tradizionale del marchio e cercate di mostrare una rappresentanza più umana e reale possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *