Restyling di Google: grafica diversa e nuove funzionalità

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Da ieri Google ha cambiato veste: logo e pagine dei risultati i cambiamenti più evidenti. Si è puntato su una grafica più minimalista e sono stati introdotti nuovi servizi per migliorare la ricerca da parte dell’utente.

Questo restyling è il più importante nella storia del motore di ricerca
, infatti dalla fine degli anni novanta la pagina bianca con il grande logo colorato e la maschera per le query erano rimaste praticamente invariate.

nuovo logo google
Ora invece la seconda “O” di Google appare quasi arancione e, anche se a prima vista non si nota, c’è una maggior cura del dettaglio nel logo per farlo apparire più luminoso e più attuale (le ombre sono state tolte ad esempio).

Però la differenza maggiore riguarda la pagina nella quale vengono presentati i risultati delle ricerche: compare infatti per la prima volta un menù laterale a sinistra per affinare l’elenco di siti proposto da Google.
Questo pannello di controllo permette di selezionare l’informazione cercata all’interno di varie tipologie di contenuti come ad esempio notizie, blog, immagini, video.

Inoltre i risultati ottenuti possono essere ordinati per data o per rilevanza. Si possono vedere anche i concetti correlati suggeriti da Google e ottenere i contenuti relativi a un determinato periodo.
Da notare che tale pannello non è mai lo stesso ma cambia a seconda della ricerca effettuata: gli strumenti elencati infatti variano di volta in volta.

nuovo layout google

In totale “le modifiche apportate sono state oltre un centinaio” hanno dichiarato dalla sede di Google a Mountain View. A prima vista però i cambiamenti non sembrano così numerosi, se si fa più attenzione si può notare invece il nuovo sfondo dei link sponsorizzati colorato di “Cosmic latte” e l’inserimento delle stelline per memorizzare i risultati preferiti ad esempio.

E’ stata aggiunta anche la funzione “something different” che permette di vedere risultati diversi e opposti a quelli ricercati, servizio utile per approfondire l’argomento scelto.

Nel complesso quindi il cambiamento non ha riguardato solo la grafica ma anche la funzionalità.
Tutto questo per consentire all’utente di velocizzare e migliorare la propria ricerca.
Ma sarà veramente così?