Con Facebook la location non sarà più un segreto!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

lo status di facebook aggiorna la location

Secondo fonti abbastanza certe, tra cui anche il New York Times, Facebook dal prossimo mese si arricchirà di una nuova funzione che sicuramente desterà non poca risonanza nel mondo del web: la geolocalizzazione automatica ad ogni aggiornamento dello status. Ma cosa significa esattamente ciò?

In sostanza ogni qualvolta l’utente modificherà lo status col telefonino, il social network procederà a segnalare la location geografica di dove ci si trova in quel momento. Non è una novità direte voi, infatti questa “feature” è già presente in vari applicazioni come Foursquare (in primis) e Gowalla,  molto usate negli Smartphone. Foursquare offre un servizio che consente di fare il “check-in” in ristoranti, bar e altri luoghi condividendo la lista di posti preferiti con i nostri amici. L’ingresso del gigante Facebook in questo settore, non può che erodere le realtà più piccole; sicuramente però, almeno all’inizio, l’applicazione assomiglierà molto a Foursquare.

Oltre a questo uso “personale” le features di geolocalizzazione saranno sfruttate anche dal punto di vista del marketing, da Facebook ma non solo. Infatti secondo Kevin Colleran, responsabile vendite di Facebook, “Facebook ha circa 100 milioni di utenti che accedono con un telefonino, e noi non ci guadagnamo un centesimo. E’ ora che questo cambi”. Chiaro, dunque, l’intento di questa mossa: utilizzare Facebook per promuovere business on-land e sfruttare ancora di più l’immensa base utenti per spillare denaro alle società che vorranno approfittare questo canale di marketing geolocalizzato.

Infatti le grandi aziende non si faranno scappare questa nuova occasione di business utilizzando a loro vantaggio la funzione del Social Nework. Mc Donald’s, ad esempio, ha già annunciato che utilizzerà appena possibile le nuove features di gelocalizzazione di Facebook, sviluppando un’applicazione che consentirà ai suoi clienti di fare il “check-in” in un fast food aggiornando così il proprio status con uno squisito prodotto dal menù del leader del pasto veloce.

Insomma, la geolocalizzazione potrebbe essere vista come una vera opportunità di promozione per le aziende, basta saperne approfittare!
Sarà quindi la fine di Foursquare e co.?