Acquisto online e strategie di marketing sociale: il caso di Zalando

Zalando
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

La pubblicità perfetta è quella che meglio si adatta al cliente. E così come si adatta la pubblicità al target, anche il marketing si deve adattare alle esigenze e alle aspettative dei clienti a cui si riferisce. E quelli di Zalando lo hanno capito davvero bene!

Il famoso negozio online di scarpe ed accessori, a seguito di numerose e dettagliate ricerche di mercato, ha scoperto che in realtà gli stereotipi dei cittadini europei esistono davvero – e sono utilissimi per il marketing! Ecco quello che è emerso dalle ricerche di Zalando, spiegato dal portavoce ufficiale dell’online shop, Boris Radke.

Italiani – “Sono molto emotivi, si vede benissimo da tutte le azioni che compiono mentre fanno shopping. È molto semplice: mettono un sacco di roba nel carrello e poi la tirano fuori. Magari mettono nel basket qualcosa di molto costoso, e quando arrivano al pagamento lo svuotano o tolgono cose che prima erano intenzionati ad acquistare”.

Francesi – “Ci sono Paesi che durante i saldi comprano moltissimo, come la Francia. In genere la frenesia dura due settimane. Due settimane e stop. E in quelle due settimane tutti i francesi comprano tutti i loro vestiti”.

Svizzeri – “Gli svizzeri si svegliano prima rispetto agli altri. Ad esempio, vogliono avere modo di contattare il servizio clienti un’ora prima dei tedeschi”, afferma Radke. “Per questo motivo e per soddisfare la necessità di precisione e rigore dei clienti, il team svizzero ha deciso di fornire servizi fin dalla prima mattina.”

Scandinavi – “I nordici sono molto puliti, molto sofisticati nei loro comportamenti d’acquisto”. Ma non solo: “Capiscono veramente l’online e le sue dinamiche, è per questo che i Paesi del Nord per noi sono un territorio strategico”.

Voi che acquistate online, vi ritrovate nel comportamento degli utenti tipo italiani di Zalando?