3 step per adeguarsi al GDPR nel B2B

GDPR marketing B2B ippogrifo group
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Il 25 maggio di quest’anno è entrato in vigore il GDPR, il regolamento europeo che tutela la sicurezza dei dati personali.

Se lavori nel B2B potresti avere pensato che questa norma non ti riguardi.

Beh, ti sbagli.

Cos’è il GDPR

In quest’era in cui sempre più imprese guadagnano utilizzando i dati personali, l’Europa ha voluto proteggere i diritti dei suoi cittadini.

Il GDPR (General Data Protection Regulation) è la nuova legge che tutela la privacy nei paesi della Comunità. In Italia andrà a sostituire il Decreto Legislativo 196/2003, salvaguardando i dati personali dei privati cittadini.

B2B e GDPR: due mondi intrecciati

Finora abbiamo parlato di privati e della protezione di informazioni strettamente personali.

Apparentemente il GDPR non ha niente a che fare con il B2B. In realtà sono due mondi intrecciati perché il trattamento dei dati personali è il pane quotidiano di ogni azienda con un sito web.

Inoltre, anche se l’interlocutore principale nel B2B è un’impresa, all’interno di quella ditta lavorano sempre persone fisiche, quindi tutelate in quanto tali.

GDPR marketing B2B ippogrifo

Il nuovo regolamento

Questa protezione dei dati ha spinto le imprese a rivoluzionare il loro modo di gestire le informazioni dei clienti.

Ecco alcune conseguenze delle regole introdotte:

– Il regolamento impone che sia richiesto il consenso per ogni trattamento dei dati. Per questo motivo non sarà possibile inserire nuovi indirizzi nelle mailing list senza avere un’autorizzazione esplicita.

– Deve essere comunicato all’utente che tipo di attività si sta svolgendo con il suo contatto: non sarà più legale verificare i tassi e i tempi di apertura delle e-mail senza prima informare chi sta dall’altra parte dello schermo.

E cosa succede se non seguo le regole?

Possiamo dirti con assoluta certezza che te ne pentirai.

Le multe infatti possono arrivare ai 20 milioni di euro o essere pari al 4% del fatturato annuo della tua impresa.

GDPR marketing B2B ippogrifogroup

3 step per adeguarsi al GDPR nel B2B

Quello che starai cercando ora è un piano per poter adeguare la tua strategia alle nuove normative.

Ecco quindi 3 passi da fare per cominciare subito a rispettare il regolamento.

1) Informa il tuo team

Per poter applicare le direttive europee, ogni lavoratore della tua azienda deve essere informato adeguatamente. In questo modo sarai un passo più lontano dalle sanzioni di cui ti abbiamo appena parlato.

2) Cambia la gestione dei Cookies

I Cookies sono le tracce che lasciamo ogni volta che ci connettiamo a un sito. Ora che il GDPR è entrato in vigore, possiamo rinunciare a queste informazioni o modificare il consenso.

Se sei orientato verso la seconda opzione, dovrai inserire un’autorizzazione con 4 caratteristiche specifiche. Deve essere:

  • Preventiva
  • Esplicita
  • Registrata
  • Modificabile in futuro dagli utenti stessi.

3) Elimina i dati non necessari

La legge si applica anche ai database già esistenti e, per estensione, a tutte le informazioni sui tuoi clienti che hai raccolto nel corso degli anni. Questo significa che anche le informazioni superflue che stai conservando potrebbero costarti care.

Dovrai quindi analizzare quali sono quelle strettamente necessarie ed eliminare le altre, specialmente se non puoi dimostrare di averle raccolte in conformità con la norma.

Affidati a un partner che ti faccia dimenticare ogni preoccupazione.

Noi de L’Ippogrifo® Group abbiamo tutta l’esperienza che ti serve.

Non solo gestiamo il tuo sito web in conformità con il nuovo regolamento, ma curiamo con attenzione ogni aspetto relativo al marketing per dare nuova spinta alle tue vendite.

Scopri qui come sfruttare il marketing per fare business e non chiacchiere

Ha studiato Mediazione Linguistica e Culturale presso l’Università di Padova e sta conseguendo un Master in Web Marketing. Appassionata di Marketing, lettura e scrittura.