Whatsapp: nuova frontiera del marketing

whatsapp marketing
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Il marketing è una delle poche discipline che più di altre riesce ad adattarsi ed evolversi insieme alle nuove tecnologie. Questo perché è un’attività rivolta agli utenti, e dove gli utenti si muoveranno, si sposterà anch’essa. Una sorta di moderna migrazione verso climi più redditizi.

Dopo Facebook, Twitter, Youtube e Instagram qual è la piattaforma più usata dagli utenti? Whatsapp, che con 800 milioni di utenti e 30 miliardi di messaggi scambiati ogni giorno non può non essere ignorato dai maghi del marketing.

Ma come sfruttano le aziende e i brand questo “oro verde”? Si chiama buzz marketing, e non è altro che un passaparola non convenzionale che punta ad aumentare l’interesse e le conversazioni su un prodotto o servizio. E funziona alla grande!

Vediamo ora 3 casi in cui il buzz marketing tramite Whatsapp ha avuto un enorme successo.

Cioccolata Kilk – Per aumentare le interazioni con il brand, l’azienda ha pubblicato il proprio numero di telefono sulla sua pagina Facebook, facendo in modo che i teenager (target) aggiungessero nei propri gruppi il numero dell’azienda. A questo punto Kilk entrava in azione chiedendo agli utenti di compiere delle azioni, come fotografarsi con la cioccolata. Il risultato è stato incredibile: Kilk è stato aggiunto da più di 2000 utenti nei gruppi e circa il 91% dei teenager ha portato a termine le “sfide” proposte dalla compagnia. Le interazioni su Whatsapp hanno generato più di 1 milione di visualizzazioni della pagina Facebook di Kilk. Non male per aver pubblicato solo un numero!

Absolute Vodka – Questa campagna è stata davvero geniale, anche se meno fruttuosa della precedente: per la celebrazione della limited edition della Absolute Vodka, la compagnia organizzò un party esclusivo per gli utenti argentini. Come essere invitati? Convincendo il buttafuori Sven a farli entrare: via Whatsap. Risultato? 3 giorni di chat continue, un bacino di 600 contatti raggiunti e oltre 1000 contenuti multimediali scambiati.

Sony DADC India – Vedere Sony che ti scrive su Whatsapp, fa un certo effetto. È ciò che è capitato ai fan indiani della pagina Facebook e Twitter, che si sono trovati a conversare con il colosso della tecnologia sui temi più disparati. Poi scattò il contest: Sony proponeva una citazione e gli utenti dovevano indovinare a quale film appartenesse. L’esito? Oltre 1000 interazioni e 3 gruppi conquistati.

Queste campagne via Whatsapp sono uno strumento di marketing formidabile: non soltanto perché fanno conoscere il marchio e i prodotti in modo economico e diretto, ma soprattutto perché è il modo più concreto di creare fidelizzazione, dimostrando che dietro al brand non si celano freddi computer e robotici impiegati, da persone in carne ed ossa, proprio come noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *