Web marketing: 7 trend per il 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Internet ha cambiato drasticamente il modo in cui l’informazione viene condivisa e questo ha avuto un forte impatto sul marketing. A questo proposito, negli ultimi cinque anni sono cambiate numerose tecniche e molte aziende hanno avuto successo nelle loro campagne perché hanno offerto contenuti originali e coinvolgenti oltre alla mera pubblicità, portando ad aumentare le vendite e la fiducia nel brand.

La rete è un luogo in continuo mutamento, e anche se è difficile poter prevedere come sarà il futuro del marketing, da una attenta analisi degli strumenti che stanno producendo ottimi risultati, possiamo indovinare quali strategie saranno più gettonate nel 2014. Quali sono i trend per un buon online marketing, dunque?

  1. Content marketing a go-go
    Per guadagnare la fiducia dei consumatori è necessario creare contenuti consistenti attraverso diversi media. Secondo il Content Marketing Institute, la strategia migliore di content marketing per il settore B2B sono i social media, articoli su siti in tema di business, newsletter, case history, video e articoli online. Ciò ci suggerisce che il marketing attuato con le tecniche più tradizionali, come ad esempio le pubblicità in tv o in radio, stanno diventando sempre meno efficaci. Bisogna puntare di più sull’inbound marketing, cercando di interessare il cliente con dei contenuti specifici.
  2. Social media marketing: diversifichiamo
    Quasi ogni giorno sembra spunti un nuovo social media, e alcuni tra questi che hanno raggiunto una certa popolarità, come Pinterest, Google+, Tumblr e Instagram, hanno incrementato la loro offerta con numerose opzioni che permettono di fare marketing. È importante non lasciarsi trasportare dall’entusiasmo per l’uscita di tutti questi nuovi network, e scegliere di impegnarsi in uno specifico social che più si adatti alle necessità del proprio marchio.
  3. Immagini al centro dell’informazione
    In una vita frenetica in cui si viene bombardati incessantemente dalle pubblicità, diventa essenziale proporre contenuti veloci e facili da recepire. L’immagine è la soluzione a questa necessità. Una prova è l’alto numero di condivisioni di tutti quei post o articoli che si interrompono strategicamente per inserire un’immagine. Anche gli infographic sono un ottimo strumento da sfruttare: unire grafici a immagini e poco testo spiegando in maniera concisa un argomento.
  4. Less is more
    Il bombardamento di pubblicità sempre più chiassose e che mirano a stupire in ogni modo, sommerge l’utente facendolo chiudere a riccio contro tutti questi stimoli. Per questo motivo i marketer più innovativi si spostano in direzione opposta proponendo informazioni semplici e dal look minimalista.
  5. Mobile diventa un must have
    Data l’enorme diffusione di smartphone e tablet è obbligatorio creare dei contenuti accessibili anche dai dispositivi mobili. Secondo le stime di Forbes l’87% dei dispositivi per navigare in rete in vendita entro il 2017, saranno proprio tablet e smartphone. Oltre al design specifico per la versione mobile, è essenziale provvedere a un’esperienza rilevante anche per quegli utenti che accedono a internet dal mobile.
  6. Retargeting, la nuova frontiera
    Utilizzando i cookies del browser, si tracciano i siti visitati dall’utente a cui verranno riproposti in seguito e su altri siti, sotto forma di inserzione, gli stessi articoli a cui lui stesso si era interessato. Poiché solo il 2% del traffico internet produce conversioni alla prima visita, questo metodo aumenta le conversioni semplicemente mostrando più volte un dato prodotto al consumatore. Da un punto di vista psicologico si instaura un rapporto di fiducia e familiarità esponendo il brand al consumatore che si sentirà più propenso all’acquisto.
  7. Social media, ciò che darà visibilità sul web
    L’attività sui social media gioca un ruolo fondamentale nel posizionamento di una pagina nel motore di ricerca perché è uno dei tre pilastri della SEO. Più un contenuto viene condiviso, più aumenta la probabilità che la sua qualità sia alta e quindi verrà mostrato tra i primi risultati nei motori di ricerca, basati sul criterio di rilevanza.

Liberamente ispirato a Forbes

Appassionato di scrittura e di tecnologia, ha sempre cercato il modo per coniugare queste due passioni. Scrive sul web e del web. Innamorato dei social network, è sempre in cerca di nuovi modi per fare marketing con gli strumenti online più innovativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *