Volkswagen pop-up art: la bellezza è negli occhi di chi guarda o di chi ruba?

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Che ci crediate o no, a volte rubare è giusto.

In particolare, è giusto rubare opere d’arte che fanno parte di una campagna integrata di Volkswagen Canada ideata dell’agenzia Red Urbano di Toronto.

Queste gallerie all’aperto hanno tutta l’aria di una vera e propria mostra d’arte, ma la cosa più interessante è il fatto che i passanti possono portarsi a casa le fotografie e ogni volta che qualcuno ne ruba una, immediatamente viene rimpiazzata da un pezzo nuovo.

L’idea per questa parte della campagna, intitolata The Great Art Heist Volkswagen, deriva da quella già esistente del modello precedente di auto GLI Driving can be beautiful. Ma cosa raffigurano le immagini rubate? Il loro taglio astratto, a prima vista incomprensibile, è semplicemente la scia notturna dei fari della nuova Jetta GL Volkswagen fotografata attraverso un lungo tempo d’esposizione dell’obiettivo della fotocamera.

In seguito i ladri sono stati invitati a condividere ciò che hanno rubato e la pagina di Volkswagen Canada su facebook ha ricevuto numerose foto di appassionati che hanno decorato la casa o l’ufficio con le immagini.

Questa nuova strategia ci allontana dalla pubblicità tradizionale. Ci fa capire quanto sia importante l’impatto visivo che deve trasmettere un messaggio pubblicitario che oggi tende a mescolare l’ambient marketing e il social media marketing. La pubblicità è un universo in continuo divenire e le idee vincenti passano sempre attraverso spinte innovative.

Saranno queste le nuove frontiere artistiche dell’advertising?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *