Visibilità? Sì, ma solo a pagamento

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Cari Gestori di Pagine Facebook, contiamo non vogliate fare harakiri quando leggerete le rivelazioni di Social@Olgivy relative ad uno studio condotto su oltre 100 brand pages.

Le cifre che potete osservare nel grafico sopra non sono confortanti: già dal lontano 2012 Facebook aveva modificato l’algoritmo e ristretto la visibilità delle pagine al 16%.

Diminuita al 12% a dicembre 2013, a febbraio è arrivata l’ulteriore mazzata (dimezzamento rispetto al precedente valore) e la visibilità dei post delle pagine nelle news feed dei fan è arrivata ad avere un rosicato valore del 6%.

Sempre secondo il rapporto, la prospettiva  futura (non molto lontana) sarà quella di azzerare totalmente la visibilità delle pagine che non useranno i servizi a pagamento.

Paid support will be required to reach existing community members.” scrive Social@Ogilvy aggiungendo poi “The power in Facebook remains its potency to generate earned conversation and engagement.

Il messaggio è chiaro: Facebook, come Google e altri colossi, ha deciso di agire concedendo più attenzione ai pochi “ricchi” che si possono permettere di spendere milioni in campagne Social, ovvero, le multinazionali e monetizzare quindi il servizio offerto.

Tutti gli altri, sono destinati a rimanere invisibili se non riescono a trovare presto un’alternativa efficace.

Triste prospettiva,no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *