Videotelling, raccontare il territorio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

C’era una volta lo storytelling ovvero l’arte di creare racconti coinvolgenti nei quali diversi tipi di pubblico potessero riconoscersi. Una tecnica narrativa ampiamente utilizzata nel marketing per promuovere idee, prodotti e valori dei singoli brand.

Negli ultimi anni diverse innovazioni tecnologiche hanno permesso di inventare strategie pubblicitarie ancora più coinvolgenti. Tra queste, una delle più incisive è proprio l’evoluzione dello storytelling, denominata videotelling. L’unione tra il potere emotivo dei racconti e la magia rappresentativa del videoclip ha reso questa tecnica di narrazione parecchio efficace.

Mikaela Baldini si è resa conto delle sue straordinarie potenzialità e le ha utilizzate per ideare Can’t Forget Italy , un innovativo progetto di marketing territoriale 2.0 attraverso il quale promuovere alcune regioni italiane.

Sette giovani blogger, fotografi e videomaker provenienti da tutte le parti del mondo e dotati dei più moderni strumenti di comunicazione, sono riusciti a realizzare divertentissimi video-racconti.

La prima edizione del web format, dedicata alla Basilicata, ha avuto un grande successo ed è riuscita a raccontare le località lucane da una prospettiva più moderna e accattivante.

Un successo che ha spinto l’Agenzia Regionale per il Turismo del Friuli Venezia Giulia a realizzare a sua volta un progetto di marketing per poter pubblicizzare in maniera innovativa il proprio territorio.

Il viaggio che racconta il Friuli si è svolto in due edizioni: una invernale ed una estiva. Durante il tour estivo i giovani creativi hanno visitato Trieste e sono rimasti affascinati dagli scorci mozzafiato che la città regala e dallo storico Castello di Miramare. Lo staff si recato nel paese di Opicina e ha visitato la grotta gigante, dove si è divertito a scattare fotografie in posizioni acrobatiche.

Dopo aver ripreso ogni angolo della città di mare, l’equipaggio del digital diary è andato a visitare il Friuli meridionale, terra ricca di tradizioni e di sapori. Il desiderio di narrare attraverso immagini l’antica cultura di questa regione ha spinto i creativi a interegire con gli abitanti del posto scoprendo luoghi poco noti ai turisti come cantine locali e fabbriche d’aceto. La troupe si è fermata a degustare i pregiati vini del Collio e il gustoso prosciutto San Daniele dell’omonimo insediamento celtico pre-romano.

In questo viaggio non poteva mancare il folkore con le coloratissime sagre di Aquileia e la musica Friulana. I sette creativi infatti, si sono divertiti a ballare con la musica dei Carnicats, e hanno realizzato un videoclip riuscendo a promuovere non solo i luoghi e la buona tavola, ma anche la musica tipica del territorio.

I video dell’iniziativa verranno pubblicati a fine giugno all’interno del sito cantforget.it

L’idea di mostrare al pubblico le diverse località della penisola Italiana attraverso esperienze reali ed autentici racconti di vita ha lasciato il segno. Ora ci si augura che il progetto possa continuare a raccontare  altre regioni Italiane.

Can’t Forget Italy è un esemplare tentativo di svecchiare le obsolete formule di comunicazione turistica del nostro paese.

Voi che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *