Desideri imparare a comunicare? Hai una settimana per farlo!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Dopo gli appuntamenti annuali con il design e la moda, Milano sceglie di dare spazio e idee al sistema della comunicazione italiana.

Da oggi 3 ottobre fino al 9, la città ospiterà la seconda edizione della “Settimana della Comunicazione”, una reunion di esperti in editoria e comunicazione d’impresa, professionisti del marketing, artisti, designer e creativi. La manifestazione è aperta anche alle università, alle associazioni e istituzioni, ai cittadini, agli appassionati o ai semplici curiosi.

L’evento è un progetto dei due comunicatori di Richmond Italia Pietro Cerretani e Claudio Honegger. Il concept generale della kermesse sarà il consumo consapevole, la nuova modalità di interazione e di comunicazione condivisa sia dagli operatori del settore che dai consumatori.

Un contenitore di incontri, eventi, mostre e workshop interamente dedicati al mondo della comunicazione che coinvolgerà più di 30 location del capoluogo lombardo.
Il programma 2011 ruoterà attorno a quattro percorsi tematici:

Esperienza: tutto ciò che si prova dal vivo in un percorso guidato o in un contesto in cui l’azienda è presente direttamente: Event Marketing, Marketing Experience, Multisensorialità;

Responsabilità: tutto ciò che ha a che vedere con l’impegno per un futuro più sostenibile e improntato al rispetto dei valori umani: Green economy, Green Communication, CSR, Etica, Trasparenza;

–  Provocazione: tutto ciò che graffia, rompe, sposta, riscrive, deforma i codici e cattura l’attenzione creando complicità: Guerrilla, Viral, Unconventional;

Aspirazione: tutto ciò che evoca o rappresenta uno status symbol, un valore identitario, i meccanismi di inclusione/esclusione di una comunità, il lusso materiale in tutte le sue sfumature, la sensazione di un lusso immateriale.

“L’evento – dichiara Pietro Cerretani – dovrebbe diventare un punto di riferimento della cultura della comunicazione e un messaggio da lanciare soprattutto ai giovani: nella comunicazione il talento deve sempre coniugarsi con la professionalità, e la creatività è solo un aspetto che va accompagnato allo studio e al rigore, all’ ascolto e all’osservazione, alla ricerca e alla multidisciplinarietà, senza dimenticarsi l’etica che non è una formula ma un’applicazione quotidiana. A fianco agli eventi è in programma anche un premio alla creatività e ai giovani talenti.”

E voi? Parteciperete sfoderando la vostra creatività?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>