La parola del 2009? E’ Twitter!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

twitter-logo(3)_social-media-marketingbing_social-media-marketing

Il volgere al termine del 2009 è l’occasione per social media e giganti della comunicazione di tracciare un bilancio dell’annata. Curiosi e interessanti, oltre che estremamente utili ed indicativi, i risultati che ne saltano fuori.

Nonostante sia a regime soltanto da giugno, il nuovo motore di ricerca Microsoft Bing ha analizzato miliardi di query per giungere alla conclusione che i temi più “caldi” dell’anno sono stati la febbre suina (terzo posto in classifica), Twitter (secondo) e Michael Jackson (prima posizione). A seguire, dal quarto al decimo posto, stock market, Farrah Fawcett, Patrck Swayze, il piano del governo statunitense a favore delle automobili ecologiche, Jon e Kate Gosselin, Billy Mays e Jaycee Dugard.

Celebrità, novità politiche e drammi familiari, insomma, ma non solo. Spicca la seconda piazza guadagnata da un social media come Twitter, in grado di calamitare l’attenzione dell’opinione pubblica come pochi altri topics. A dimostrazione di questo arriva un altro riconoscimento molto più che simbolico per il mezzo di comunicazione sociale più noto e seguito al mondo: il Global Language Monitor ha dichiarato che è proprio “Twitter” il termine più popolare dell’intero dizionario inglese nell’anno 2009. Il social media soppianta così “change”, cambiamento, la parola del 2008 portata alla ribalta dall’ascesa di Barack Obama alla Casa Bianca. Una classifica, quest’ultima, che si dimostra gemella della sopracitata, visto che la frase del 2009 risulta essere invece “King of Pop”.

Ulteriori conferme di un’ascesa che sembra ormai inarrestabile.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>