The Times They Are a-Changin’: i trend da tenere in considerazione per il futuro

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

The Times They Are a-Changin’”, i tempi stanno cambiando cantava Bob Dylan nel 1964, ed è proprio quello che sta succedendo in questo momento, se parliamo di marketing.

In base ad una recente indagine sui trend globali compiuta da globalwebindex, uno dei più rilevanti riferimenti a livello internazionale, i Social Network stanno conquistando l’intero mercato mondiale. Se il superamento per numero di utenti del mondo del porno data ormai il lontano 2007, la loro crescita verticale sembra ormai inarrestabile.

Impressionanti sono davvero molti dati, come la percentuale di utenti attivi (82% su oltre un miliardo) su Facebook, rincorsi da Twitter e Google+ (62% e 60%), e la crescita delle iscrizioni di nuovi utenti di Twitter, che tra il 2012 e il 2013 ha avuto un incremento eccezionale del 44% (seguito da G+ al 35%).

Facebook rimane sempre il Social con il coinvolgimento più alto, grazie principalmente a due fattori: l’uso di differenti mobile device e il coinvolgimento di utenti più “anziani”.

Tra il 2011 e il 2013, l’accesso al mercato globale via dispositivi mobili ha subito un incremento del 60.3% (813 milioni di utenti complessivi) e, sempre grazie alla stessa modalità di accesso, 189 milioni di utenti sono stati attivi su Facebook.

Grazie a questa indagine è stata sfatata anche la convinzione che i Social Network siano indirizzati esclusivamente ad un pubblico giovane.  Sono stati rilevati, infatti, significativi aumenti del +79% tra gli utenti nella fascia di età tra i 55 e 64 anni e del 18% nella fascia compresa tra i 45 e 54.

Negli USA sempre più marchi e aziende stanno convertendo il proprio budget destinato alla carta stampata all’universo Social Media: per ora se n’è accorto soltanto un timido 9% di agenzie di comunicazione, che ha reclutato blogger capaci di creare contenuti di qualità in grado di destare interesse.

Il crescente potenziale dei Social Network e del Mobile, è però ancora viziato dalla scarsa consapevolezza di un loro utilizzo efficace.

La diversa tipologia dei dispositivi dovrebbe infatti prevedere strategie differenziate basate sui comportamenti adottati dalle persone che utilizzano i device: si pensi solo all’impiego degli smartphone, solitamente usati di fretta, in strada, magari davanti a una caffetteria; oppure a un tablet, utilizzato invece prevalentemente sul proprio divano, a casa.

Altra grande distinzione da tenere in considerazione deve essere quella tra dispositivi da 3 pollici oppure da 5 o 6, affinché la dimensione del display possa incidere in maniera impattante sull’efficacia del messaggio trasmesso

It’s a brave new world” è un mondo nuovo, tutto da esplorare, scrive Aldous Huxley.

Proprio per questo è il momento di iniziare a rispondere alle domande che sono state poste in tutto il mondo del marketing e che ne determineranno il prossimo futuro.

Voi che ne pensate?

 

Anima concettuale dell’agenzia, Federico rappresenta una fonte inesauribile di contenuti e spunti di riflessione, per raccontare al meglio la storia di ogni azienda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *