Taco Bells lancia la sua nuova campagna pubblicitaria riaccendendo la rivalità con McDonald’s

512806243_640
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

“It’s another perfect morning in the routine republic where happiness is it in the same breakfast. Same breakfast, same routine”. Con il nuovo spot “La repubblica della Routine”, Tacos Bell, azienda che produce tacos e burritos, rinnova quello che è già da tempo lo scontro per la supremazia nel mercato dei fast food.

La catena californiana facente parte del gruppo Yum! Brands, ha da poco pubblicato il suo nuovo spot pubblicitario rilanciando lo scontro con la rivale McDonald’s. Lo spot rievoca una condizione di dittatura nella quale gli abitanti della “Repubblica della routine” sono costretti a fare colazione tutte le mattine con lo stesso hamburger.

La condizione di dittatura è evidente e viene sottolineata dalla televisione che trasmette spot pubblicitari dove il regime totalitario costringe la popolazione a seguire una ferrea routine. Il popolo, controllato da un regime di presunti pagliacci non può fare altro che assecondare la loro forza fino al momento in cui due ragazzi decidono di prendere in mano il loro destino e scappare.

I due giovani, in coda per la colazione, improvvisamente iniziano la fuga ed inseguiti dalle guardie, corrono per la città alla ricerca di una via d’uscita. Dopo una lunga corsa si ritrovano di fronte al muro perimetrale della città, chiaro riferimento al muro di Berlino. Nascosto da un poster i giovani trovano un foro nel muro che gli permette di fuggire.
Accompagnati dal suono di campane i due ragazzi raggiungono la città sopra la collina nella quale vive la “Next generation of breakfast”. Al loro arrivo sono accolti da alcuni ragazzi con i quali scambiano poche battute: “Where is the rest of us? They are coming!”

La sfida è lanciata, non ci rimane che aspettare i risultati e vedere se Taco Bell riuscirà nel suo intento di spostare il primato di miglior fast-food al mondo dalla sua parte . Buona visione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *