Stop Hot Linking

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Un sito di un politico italiano ha provveduto a linkare, attraverso l’uso di tag html, un’immagine memorizzata su un server remoto. La foto in questione raffigurava il Pantheon, il famoso edificio di Roma eretto quale omaggio agli dei, ed era ospitata su un sito web di proprietà, sembra, di un cittadino inglese.
Attraverso l’uso della tag "img", i curatori dei contenuti del sito web del politico "nostrano" avevano inserito, nel testo di un articolo, l’immagine remota.
Il proprietario del sito web sul quale l’immagine del Pantheon era ospitata, ha manifestato le sue rimostranze invitando i webmaster alla tempestiva eliminazione del link.

La pratica di inserire, nelle pagine del proprio sito web, foto ed immagini memorizzate su siti remoti si chiama "hot linking" od "inline linking".

L’autore della foto raffigurante il Pantheon aveva richiesto ai responsabili del sito del politico di astenersi dall’utilizzo dell’"hot link" non ottenendo, pare, alcuna risposta. A questo punto, l’inglese si è voluto "vendicare" sostituendo, sul suo server, l’immagine del Pantheon con una foto oscena abbinata ad un fotomontaggio ritraente il volto del politico italiano.

L’"hot linking" è una procedura di solito non gradita e non molto corretta tanto che molti amministratori fanno in modo che non possa essere applicata configurando opportunamente il server web.

Per l’articolo completo consulta il blog di Solignani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *