Spot carente di requisiti creativi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Pubblicità Progresso non ha patrocinato lo spot realizzato da D’Adda, Lorenzini, Vigorelli, BBDO contro lo smog, dando la seguente motivazione:
Spettabile Associazione, siamo spiacenti di informarvi che la Commissione della Fondazione Pubblicità Progresso non ha potuto concedere il patrocinio alla vostra campagna TV e Radio “Tosse” sul tema dell’inquinamento dell’ambiente cittadino. Ad avviso della Commissione, il telecomunicato, prescindendo dalle rilevanti finalità che lo hanno determinato, non soddisfa alcuni standard di efficacia comunicazionale che la nostra Fondazione ha posto come funzionali all’uso del mezzo televisivo nazionale. Uno spot televisivo deve essere chiaro, interessante, memorabile e sollecitare il target ad agire. Secondo l’opinione della Commissione, lo spot in questione risulta carente dei requisiti creativi per poter essere un efficace strumento di comunicazione. In assenza di tali requisiti lo spot contribuirebbe all’affollamento degli spazi pubblicitari senza cogliere l’attenzione e sollecitare l’interesse del pubblico al quale si rivolge”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *