Il 95% delle e-mail circolanti è spam

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

La notizia potrà anche non essere tra le più inattese, ma certi numeri fanno sempre un certo effetto: il 95% delle e-mail inviate in tutto il mondo è spam. Il restante 5% dei messaggi passa attraverso il filtro anti-spam, dunque non è classificabile come tale. Una quota, quest’ultima, in calo del 16% rispetto alle ultime rilevazioni che davano per buono il 6% delle e-mail circolanti. Ma tant’è.

Un trend tanto eclatante non può non rivelare qualcosa di interessante. Infatti, la spiegazione che ne danno gli esperti è la seguente: poiché è un dato di fatto che i sistemi anti-spam stanno migliorando, va da sé che gli spammers stanno inviando più messaggi per compensare. Per i quattro messaggi di spam che avete trovato nella vostra posta negli ultimi quattro mesi, infatti, chissà quanti sono stati bloccati dal filtro anti-spam senza che ve ne accorgeste. Probabilmente decine di migliaia.

Voi cosa ne pensate? Vi siete resi conto di questi cambiamenti? Come giudicate la situazione al momento?

One Response to Il 95% delle e-mail circolanti è spam

  1. Noto un aumento dello spam ma anche un aumento delle informazioni di qualità con campagne di qualità: lunga vita all’e-mail marketing! Se fatto con metodo e correttezza è un ottimo strumento per chi propone e un’ottiam fonte d’informazione per chi riceve. E non ho markette da chi vende piattaforme..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *