Sniffroom, il riscatto vocale dei social

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

I social network devono il loro successo all’immediatezza della rete, al potere narrativo delle immagini e alla brevità dei messaggi di testo.

Foto, video e post infatti, caratterizzano le principali piattaforme social mentre, i messaggi vocali, sono stati sinora poco utilizzati nei network più celebri.

Il team tutto italiano (precisamente salernitano) di Sniffroom vuole rovesciare questo trend ideando un social network dedicato allo scambio di post vocali della durata massima di 31 secondi.

Sniffroom permette di registrare messaggi vocali chiamati Hermes su un determinato argomento, creando delle “Room” ovvero degli spazi virtuali di discussione dove gli user possono interagire su un particolare contenuto.

La funzione “Eco” permette di condividere gli Hermes più brillanti sulle proprie “Room” e, grazie all’integrazione di Sniffroom con Facebook, Google+ e Linkedin, i messaggi audio possono risuonare velocemente in rete.

Ogni utente ha la possibilità di esprimere giudizi sugli interventi delle altre persone generando una reputazione sociale. Le “Reputation Room” sono veri e propri canali di discussione che accrescono la reputazione in base al numero degli interventi realizzati su uno specifico argomento.

Secondo l’entusiasta fondatore del progetto Mario Delli Bovi, il superamento dell’ambiguità del messaggio di testo a favore della chiarezza della voce e la possibilità di dare una scossa emotiva al web sono gli obiettivi principali di Sniffroom.

Il valore aggiunto del nuovo social, ancora in fase beta ma con accesso libero a tutti, risiede proprio nella trasformazione dell’esperienza sociale in qualcosa di più reale grazie alla voce umana, che rende ancora più veloce e personale la comunicazione via web.

La piattaforma si adatta bene ai dispositivi mobile poiché permette di rinunciare all’utilizzo della tastiera. Il team, infatti, nei prossimi mesi lancerà l’applicazione ufficiale di Sniffroom per iOS e Android.

Gli sviluppi futuri del social in termini pubblicitari non sono ancora definiti ma il progetto sarà probabilmente appetibile per le aziende che intendono puntare alla sensibilità dei consumatori e che mirano a raggiungere un target giovane.

Secondo voi, Sniffroom potrà rappresentare una nuova opportunità per i brand?

2 Responses to Sniffroom, il riscatto vocale dei social

  1. Innanzitutto complimenti per l’articolo. Volevo poi dirvi che da qualche giorno e’ stata lanciata la funzione ‘bisbiglio’ (un messaggio vocale privato) e tante altre funzioni sono gia’ in cantiere. Per i nostri utenti vogliamo dare solo il meglio!
    Scusate per l’intrusione e buon lavoro

  2. […] marketing ippogrifo Tagged with → Android • Hermes • iOS • Mario Delli Bovi • Reputation Room […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>