Snapchat per le aziende: un canale in ascesa

snapchat per aziende
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Se pensavi che gli unici social network utili per fare una campagna B2B di successo fossero i classici Facebook, Twitter e LinkedIn, dovrai ricrederti. L’ultimo strumento di tendenza che sta spopolando tra i giovani è Snapchat, il social che ti permette di creare e condividere foto e brevi filmati che svaniscono dopo pochi minuti (o addirittura secondi).

Si, hai capito bene! I contenuti che crei si distruggono automaticamente dopo esser stati ricevuti e visti dal destinatario. In gergo sono chiamati “snap” e l’utente può crearne di tutti i tipi, grazie ai particolari filtri presenti nell’app. Ma non è tutto: i clip e le foto possono essere anche salvate nella “Storia” dell’utente, rimanendo visibili ai followers per un periodo non più lungo di 24 ore.

➡️ Scopri gli strumenti marketing B2B da utilizzare nel 2017 ⬅️

Non c’è voluto molto tempo prima che le aziende iniziassero a farne uso, sfruttandone la popolarità per aumentare la loro visibilità e ampliare il proprio pubblico.

Ma arriviamo alla domanda che ti starai sicuramente ponendo: come può Snapchat aiutarti realmente nella tua campagna B2B?

snapchat per aziende

  1. Nuovi (giovani) potenziali clienti

Se vuoi che la tua azienda sia sempre competitiva e vicina anche a un pubblico più giovane, Snapchat è l’app che fa per te. Tutto dipende da che storia vuoi raccontare e che tipo di prodotto vuoi promuovere. Costruendo un piano editoriale coerente e basato su dati precisi, in linea con quello che è il tuo messaggio, potrai condividere la cultura aziendale dando spazio ai tuoi dipendenti e mostrando i vantaggi dei tuoi prodotti.

  1. Aumenta la brand awareness dell’azienda

Grazie alle Stories, potrai porre maggiore accento ai momenti salienti aziendali, creando un legame vero e sincero con le altre aziende e con i clienti. Pubblicando giornalmente piccoli video-clip aziendali di quello che accade all’interno della tua realtà, farai sì che i tuoi follower si sentano più vicini al lavoro che svolgi, rendendo il tuo brand più umano e sincero. E questa, è la chiave della fiducia per un’azienda.

Evan Spiegel, fondatore e CEO di Snapchat

Evan Spiegel, fondatore e CEO di Snapchat

  1. Crea il tuo Geofiltro

Che cosa sono? I Geofiltri sono filtri speciali che fanno sapere in modo divertente dove ti trovi e quando hai scattato uno Snap (foto). Grazie alla possibilità di crearne uno personale, spingerai i partecipanti a condividere foto e video sull’evento e allo stesso tempo sarai presente sui loro canali con la firma dell’azienda.

➡️ Stai già utilizzando LinkedIn? ⬅️

  1. Spazio ai clienti!

Per promuovere al meglio il tuo prodotto, riutilizza i contenuti generati dai tuoi clienti. Chi ti segue potrà avere una breve anticipazione sui tuoi prodotti, invogliandolo così a scoprire di più. Maggiori interazioni e coinvolgimento immediato: in questo modo avrai un canale diretto con i tuoi clienti.

I social media sono sempre più importanti per accrescere la brand awareness e per creare un legame interattivo con i clienti e i potenziali lead. Sono sempre più le aziende che ne stanno facendo uso per promuovere la propria immagine e i propri valori ad un pubblico praticamente illimitato.

Dicci la tua: comunichi soltanto con i tuoi clienti e fornitori o sei aperto anche al mondo? Sfrutti i social network (come Facebook, LinkedIn oppure Snapchat) per sviluppare la tua brand awareness? Se le tue risposte sono negative, allora ti stai precludendo un mondo immenso: quello digitale!

Pianifica ora la tua campagna marketing social B2B
 
Andrea Marson
Ha studiato Economia, Commercio Internazionale e Mercati Finanziari presso l’Università degli studi di Trieste.
Appassionato di marketing e comunicazione, segue con curiosità le ultime novità economiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *