SEO: i 5 segreti del successo on-line

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Brian Clark, fondatore del famoso blog Copyblogger, sostiene che il saper utilizzare le parole giuste nel modo giusto all’interno dei siti web può davvero fare la differenza, infatti può aiutare a convertire i visitatori in acquirenti, a scalare più facilmente i motori di ricerca e ad aumentare il traffico verso il proprio sito web.

Clark, in un suo recente post, suggerisce 5 modi per aumentare il traffico verso i siti web grazie all’ottimizzazione delle pagine on-line. Egli consiglia di concentrarsi su questi aspetti:

1. Titolo:
Identificare le parole chiave che possano interessare al target ed includerle nel titolo. Più vicine sono alla parte anteriore del titolo meglio è.

2. Meta Description
La meta descrizione non dovrebbe superare i 165 caratteri, così da essere visibile nei risultati di ricerca.

3. Contenuto
Per piacere ai motori di ricerca è necessario aggiornare frequentemente il proprio sito web (almeno 300 parole), è inoltre preferibile che il testo sia strettamente collegato alle parole chiavi.

4. Keyword Frequency
La keywork frequency è il numero di volte che le parole chiavi compaiono nella pagina. Non bisogna esagerare: se Google rivela troppe ripetizioni penalizza la pagina web.

5. Page Link
E’ molto importante inserire anche dei link nel testo, devono comunque essere pertinenti all’argomento trattato. In media i link dovrebbero comparire ogni 120 parole circa. Non è consigliato condurre soltanto alla home page dei vari siti web, è meglio portare alle pagine intere pertinenti all’argomento trattato.

Clark consiglia comunque di non concentrarsi troppo su regole e principi, ma di impegnarsi a creare contenuti di qualità focalizzandosi sui desideri dei lettori. Quello che ripaga maggiormente, anche in termini di posizionamento nei motori di ricerca, è certamente l’impegno nel realizzare pagine web di valore.

4 Responses to SEO: i 5 segreti del successo on-line

  1. iTech scrive:

    Sostanzialmente le solite cose trite e ritrite… non è una critica a voi, ma non penso sia così facile ottimizzare un sito per i motori di ricerca. Del resto sono bravi tutti a scrivere un titolo con un paio di keyword e qualche link qua e là nel testo, ma se ci sono siti che non ricevono traffico un motivo ci sarà.
    Dalla mia esperienza posso dire che oltre ad avere molti contenuti il 70% del lavoro lo svolgono i link in ingresso, senza di quelli non si fa niente :)

  2. Simone Simone scrive:

    Certo che non è cosi’ facile fare SEO… non sono d’accordo che tutti siano capaci scrivere Titoli efficaci e usare semanticamente il linguaggio apposito per motori e utenti.
    Come è ovvio che la Link popularity sia ancora il fattore più importante: ma se parti subito con il piede sbagliato, cioè se non ottimizzi bene il sito, rischi di spendere molte più energie a trovare links, mentre ne basterebbero meno…

  3. Traghetti scrive:

    … fosse tutto così facile!!!

  4. Simone Simone scrive:

    Effettivamente bisogna dirlo, la SEO non e’ facile.., questo post pero’ ha l’intento di dare solo alcune buone basi di partenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *