Chimica? No, ottimizzazione!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Quante volte abbiamo pensato all’attività di SEO come ad una attività per iniziati, difficilmente comprensibile ai comuni mortali? Spesso, troppo spesso. Ora però, per fornirci un accesso comprensibile alle dinamiche che ne regolano il funzionamento, il sito http://searchengineland.com/ ha pubblicato una tavola periodica dei fattori che contribuiscono al successo della SEO.

Qualcosa che ci rimanda a lontane memorie scolastiche, quando la tavola periodica degli elementi creata dal chimico russo Mendeleev ci offriva la possibilità di mettere in ordine le conoscenze relative alle sostanze chimiche. Qui invece si tratta di sistematizzare i fattori che portano ad una buona ottimizzazione per i motori di ricerca.

La scomposizione analitica della tavola ci porta ad apprendere i principali fattori che aiutano ad ottenere traffico proveniente dai motori di ricerca. Abbiamo innanzitutto una divisione tra ranking factors on the page e off the page, ovvero tra quelli che possono essere direttamente controllati dal publisher e quelli invece in mano a lettori, visitatori ed altri publisher.

Tra i primi abbiamo i contenuti, l’HTML e l’architettura del sito; tra i secondi i link, i social network, la credibilità e altre caratteristiche che lo identificano. Poi abbiamo le violazioni, ovvero tutta una serie di cose da evitare e gli errori comuni da non fare; ed infine i blockings, una classe di non-violazioni che possono essere comunque dannose.

La parte più interessante però, viene dalla ricomposizione dei diversi fattori e da come la loro combinazione possa dar luogo ad una ottimizzazione vincente. La scala dei singoli componenti della tavola va da -3 a +3, e componendoli singolarmente possiamo avere una buona visione d’insieme.

Nessun singolo fattore garantisce  un successo, ma averne molti ne incrementa la probabilità.

Provate a scaricare la tavola da qui e poi diteci cosa ne pensate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *