Rendete Twitter il miglior amico del vostro marchio

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Aziende di ogni dimensione e settore si stanno affrettando a creare la loro pagina di Facebook e Twitter.

Twitter permette, oltre all’acquisizione di seguaci e la trasmissione delle ultime notizie, conversazioni in tempo reale grazie a Twitterverse, conoscenza approfondita del mercato e una visibilità senza precedenti.
Inoltre, impegnandosi in delle discussioni di qualità è possibile guadagnare brand awareness e fidelizzare i clienti.

Ecco alcuni consigli di Ryan Holmes:

1. Seguire le conversazioni sul brand
Ogni commento o nota che la gente fa sul vostro brand o sui vostri prodotti è un’occasione per coinvolgere le persone. E, come abbiamo più volte detto in questo blog, ricordate che il gergo e i termini utilizzati internamente alla vostra aziende possono non essere quelli utilizzati dai vostri consumatori. Utilizzate Google Analytics  per conoscere i termini di uso comune e la terminologia, e includete tali parole chiave nel vostro brand tracking.
Quando scoprite una conversazione sul vostro brand, tuffatevi nel dibattito per dare sostegno, difesa, o ringraziare. Se vi imbattete in una critica, impegnatevi direttamente per porre rimedio e cercate di trasformare una persona contraria al vostro marchio in un sostenitore.
 

 conversazioni_social media

 

2. Parole chiave
Guardate oltre il vostro marchio e seguite il vostro mercato. Partecipate alle discussioni per condividere conoscenze, orientamenti o punti di vista. Twitter può essere in grado di darvi un Focus Group in tempo reale per aiutare l’innovazione del vostro brand.
Stabilite processi e canali corretti per assicurarvi i feedback ai vostri contenuti.

3. Commenti pubblici sulla concorrenza
Usate Twitter per raccogliere le critiche sul mercato, mantenendo un’attenzione particolare sui commenti o sulle discussioni inerenti ai vostri concorrenti principali.

4. Misurare il successo
Come in ogni campagna di marketing, le metriche forniscono informazioni preziose su ciò che funziona e su ciò che invece andrebbe rianalizzato.
L’analisi dei risultati della campagna non solo aiuta a giustificare gli investimenti nei social media, ma getta luce anche sulle aree più importanti e vi aiuterà a focalizzare la vostra attenzione e le vostre risorse.
Per le campagne Twitter, prendete in considerazione un numero elevato di seguaci. Tenete conto del numero di clic giornaliero per ogni vostro account Twitter. Raggruppate i dati per area geografica e per data/ora al fine di analizzare dov’è il massimo impatto.

5. Conoscere gli influenzatori
Qualsiasi community manager o marketing di successo sa l’importanza di raggiungere gli influenzatori chiave. Visitate http://klout.com  per identificare i potenziali influenzatori che potranno aiutarvi a diffondere i vostri messaggi. Cercate nel Twitterverse per identificare le persone che utilizzano parole chiave rilevanti per il vostro brand.
Una volta assembrato l’elenco destinatari, contattate gli influenzatori attraverso offerte esclusive e in anteprima o con un semplice riconoscimento amichevole.
Ad esempio, Starbucks offre campioni gratuiti del suo Pike Place Roast per gli influenzatori più importanti sul tema del caffè. Virgin America offre un volo gratuito da Toronto a San Francisco/ Los Angeles agli influenzatori con i punteggi più elevati su Klout.

Klout_score
 
6. Target di messaggistica
Ogni comunità sviluppa una cultura, un lessico e un protocollo unico. Prima di inserirvi nelle discussioni, analizzate la comunità per capire tutte le sue sfumature.
Ad esempio, gli aggiornamenti su Twitter utilizzano spesso le abbreviazioni e gli acronimi, Facebook no. “RT”, il simbolo @ o #, sono privi di senso se utilizzati al di fuori di Twitter.

 
7. Ottimizzare gli orari della campagna
Programma le tue campagne web in modo da raggiungere i destinatari al momento in cui vi sono più probabilità che siano on-line,
che si tratti di professionisti delle piccole-medie imprese del Regno Unito o di adolescenti giapponesi.
Crea un calendario editoriale per le campagne sociali, per assicurarvi che il vostro brand abbia una posizione di rilievo durante tutto l’anno.

8. Offrire qualcosa di valore
Il successo delle campagne on-line non dipende solo dalla pianificazione e dalla messaggistica. Dovete dare alla gente un motivo per seguire il vostro marchio. Ad esempio, offrite sconti e promozioni.
Fornendo l’accesso a contenuti esclusivi, farete sentire i vostri seguaci come dei VIP. E le persone sono più inclini a condividere contenuti quando possono essere i primi a pubblicarli all’interno della loro rete.

 

social media_offri qualcosa di valore

 

9. Collaborazione all’interno del team
Se utilizzate più account e lavorate in team, utilizzate un dashboard o un client per semplificare la collaborazione. Affidate ogni account ad una persona designata, insieme ad altri membri del team che potranno contribuire o monitorare le conversazioni.
Assicuratevi, inoltre, di integrare la vostra attività Twitter con una più ampia strategia di Social CRM.

10. Sopra ogni cosa: siate umani
Ricordate che i social media sono formati da reti di persone. Ogni persona dovrebbe aggiungere le proprie iniziali o il proprio nome per ogni tweet effettuato, fornendo così una maggiore responsabilità (chi ha inviato quel tweet?). Così facendo permetterete ai vostri clienti e seguaci di conoscere le persone che stanno dietro al brand.
Le conversazioni divengono più naturali quando i clienti conoscono gli individui con cui stanno parlando.

 
Infine, se siete preoccupati, testate prima le acque. Siate inizialmente presenti come semplici consumatori e seguite i marchi che ammirate per un mese, così conoscerete il mondo dei social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *