Facebook, l’importanza della fan page

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Dietro l’ennesimo lifting di Facebook potrebbero esserci ragioni e obiettivi piuttosto interessanti. Il mese scorso, infatti, il gigante dei social network annunciò la realizzazione di uno strumento “conversion tracker” finalizzato a permettere ai marketer di aggiudicarsi più conversioni e di poter quantificare la produttività della propria presenza su Facebook. Ora i ricercatori della Rice University hanno esaminato il reale valore dei “Facebook supporters”.

I responsabili dello studio hanno provvisto la catena di ristoranti Dessert Gallery di una fan page su Facebook e hanno intervistato 1.700 clienti del marchio, scoprendo che:
le visite ai negozi DG, una volta divenuta operativa la pagina, sono aumentate del 36%;
la spesa dei clienti è salita del 45%;
i fan spendono il 33% in più rispetto al passato;
il 14% di essi confessa maggior attaccamento emotivo alla marca;
il 41% dichiara di essersi fidelizzato al brand DG.

Soltanto il 5% dei 13.000 clienti di Dessert Gallery, precisano gli studiosi, è iscritto alla fan page su Facebook. Questo potrebbe significare che avere molti supporters nel social network potrebbe essere maggiormente decisivo per le marche-icona, che hanno una vasta clientela e quindi maggiore probabilità che i propri seguaci siano iscritti a “Faccialibro”.

Tuttavia, concludono i ricercatori, una strategia combinata di marketing reale e virtuale può far impennare le vendite come successo a Dessert Gallery. Che ne dite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *