Phablet alla riscossa!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

I phablet sembrano essere il nuovo fenomeno del 2013.

Il mercato di questi ibridi smartphone-tablet sta emergendo dall’inizio di quest’anno e non può essere sottovalutato o ignorato.

Ma cosa sono esattamente i phablet?

Praticamente sono dei dispositivi mobili che si collocano, considerando una scala delle dimensioni, tra lo smartphone più grande e il tablet di dimensioni più ridotte (ad esempio iPad Mini o Kindle). Alcuni esempi commerciali possono essere i modelli Note di Samsung o il modello Intuition di LG. Le dimensioni dello schermo variano dai 13 cm ai 18 cm circa, decisamente fuori misura per quello che siamo abituati a chiamare “telefonino”.

Eppure il mercato sta crescendo sempre di più e il 2013 sembra essere l’anno della cosiddetta avalanche, anche secondo ABI Research. Si stima che entro il 2018, le vendite dei phablet costituiranno il 25% del totale vendite nel settore smartphone (attestandosi già al 18% nel 2013!). Anche Samsung stessa ha riportato che il modello Note 2 ha venduto più di 5 milioni di pezzi a solo due mesi dopo dal lancio.

Da cosa dipende il successo di questi nuovi modelli?

Lo schermo di grandi dimensioni dà vantaggi non di poco conto nello svolgere l’attività quotidiana col nostro smartphone, senza essere ingombrante quanto un tablet. Gli schermi ad alta risuzione fanno dei phablet i migiori dispositivi mobili in materia di video straming, navigazione web, lettura di ebook, fotografia e visualizzazione di immagini, con in più le funzionalità di telefonia mobile.

Certo, le dimensioni rendono i phablet non semplici da portare in tasca, la loro taglia rispetto agli smartphone può apparire imbarazzante a chi vuole che il suo “telefono” sia solo un “telefono”, ma sono perfetti per quei consumatori che vogliono usare la tecnologia odierna a loro vantaggio, fondendo lavoro e divertimento con infinite possibilità.

Voi ve lo comprereste un phablet?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *