Social Media: ormai Facebook e Twitter non bastano più

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Sì, d’accordo. Che Facebook e Twitter siano cresciuti in maniera esponenziale in questi ultimi anni è un fatto che non si può negare. Basta guardare i grafici:

La crescita di questi due colossi ha portato un nuovo modo di intendere il branding, il customer engagement e di come portare traffico web verso il proprio sito: il social media marketing. Ma ormai è chiaro a tutti gli esperti e agli addetti ai lavori che Twitter e Facebook non bastano. Bisogna puntare più in alto.

I fatti che confermano questa sensazione sono molti:

  • Secondo un rapporto della Duke University, nel 2011, nel settore dei social media, è stato speso qualcosa come il 10% di tutti i budget finanziari.
  • Secondo The Next Web, benché abbia solo un decimo dell’utenza di Facebook e circa un centesimo dell’engagement, StumbleUpon vince sul colosso dei social network in termini di traffico web in uscita.
  • Quora, il nuovo sito basato sul principio di domanda-risposta (quello di Yahoo! Answers, per capirsi) sta per toccare quota 500.000 utenti, e a quanto pare il trend positivo non sembra intenzionato a diminuire.
  • Stackexchange, un altro sito Q&A (Questions&Answers, ovvero Domande&Risposte), ha già qualcosa come 650.000 utenti registrati.
  • Secondo CNN Money, LinkedIn ha ormai raggiunto il traguardo dei 100 milioni di utenti registrati. Erano 85 milioni in novembre: questo implica una crescita di circa un milione di iscritti al giorno.
  • Secondo il Financial Times, Tumblr è appena entrato nella classifica dei 40 siti statunitensi più cliccati.

Se il vostro lavoro comprende l’analisi, il management e la promozione di un brand attraverso i social media, è assolutamente necessario che vi accorgiate che dovete lavorare su tutte le piattaforme (o quantomeno su un gran numero di esse) possibili per favorire la vostra compagnia.

Perché a volte lo si dimentica, ma i social media influenti sono molti, anzi moltissimi. Tanto per citarne alcuni:

Social media con più di 100 milioni d’utenti:

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • YouTube
  • MySpace (e dire che c’è chi già lo dava per spacciato)

Social Media con più di 25 milioni d’utenti:

  • Reddit
  • Flickr
  • Yelp
  • Wikipedia

Social Media con più di 10 milioni d’utenti:

  • Tumblr
  • StumbleUpon
  • Care2
  • Slideshare
  • Scribd
  • DeviantArt

Senza contare le nuove leve:

  • Posterous
  • StackExchange
  • Namesake
  • Quora
  • FourSquare
  • Hunch
  • Forrst
  • Dribbble

E questi (ovviamente) non sono tutti. Ci sono decine, forse centinaia di siti che meritano la vostra attenzione di social marketer. Quindi siate attenti a non farvi sfilare davanti delle opportunità senza poterle cogliere, solo perché siete stati obnubilati dall’apparente onnipotenza di Facebook e Twitter.

E voi? Usate abitualmente qualche altro sito? O vi concentrate solo sui social network più celebri?

7 Responses to Social Media: ormai Facebook e Twitter non bastano più

  1. […] e Twitter non bastano più. Ce lo dice L’ippogrifo che nel bel post “Social Media: ormai Facebook e Twitter non bastano più” racconta e, cosa non comune, giustifica con i dati l’ascesa di “n” Social […]

  2. […] catepol shared » Perché bisogna utilizzare tutti i social media a disposizione, e non solo Facebook e Twitter. […]

  3. Ciao Joel,

    i punti che hai argomentato non fanno una piega ma, non pensi che basarsi su dati massivi senza considerare i propri obiettivi e in modo più significativo il target di riferimento del proprio business, si vada trovvo verso un discorso generalista?

    La maggior parte dei social citati fanno i numeri solamente all’estero e per chi ha un mercato focalizzato solo in Italia rischierebbe di investire risorse e denaro in direzioni che potrebbero non rivelarsi proficue in termini di ritorni.

    E’ una mia impressione o c’è da ragionarci su questo concetto?

    Per non parlare dei social nati ultimamente (vedi Quora o Branchout) poi, che dal rumor che si è creato in questi giorni, non è che abbiano raccolto citazioni molto positive; quindi penso che sia un pò prematuro inserirli all’interno di una strategia di marketing!

    Tu ti butteresti a capofitto valutando solo i numeri complessivi?

  4. Simone Simone scrive:

    Ciao Alessandro,
    Interessante considerazione che condividiamo pienamente.
    Quello che assieme a Joel volevamo sottolineare è il fatto che troppo spesso quando si parla di Social Media si tende a porre l’attenzione solo ed esclusivamente su Facebook e Twitter quando invece, dopo una attenta analisi del proprio target e mercato di riferimento (e qui sposiamo la tua considerazione relativa l’analisi del mercato nazionale od estero), possono essere sfruttati anche altri Social.

  5. Ciao Simone,

    grazie per aver chiarito il concetto del post e per condividere il mio pensiero 😉

  6. […] un gran botto, e la compagnia ha recentemente annunciato il lancio di un suo programma per imprese. Abbiamo già parlato del fatto che ormai bisogna andare oltre Facebook e Twitter per fare social media marketing in maniera efficace, e Foursquare potrebbe essere la scelta adatta. […]

  7. […] Social Media: ormai Facebook e Twitter non bastano più 28 02 2011 di Joel […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *