Obiettivo: più seguito. 4 consigli in materia

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Con lo slancio crescente del marketing online, molte compagnie si sono fatte trascinare dall’onda, e hanno iniziato ad investire in testi di qualità, articoli, video e altri media, salvo ritrovarsi alla fine con solo un pugno di mosche in mano.

C’è sempre qualche marketer in giro per la rete che si lamenta di quanto lui abbia investito per offrire delle informazioni tecniche di qualità, e di quanto poco seguito abbia ottenuto il suo sito.

I consigli per aiutarvi potrebbero essere infiniti, e in definitiva ognuno, con la propria esperienza, sceglie o crea le strategie più funzionali. Ecco intanto quattro suggerimenti piuttosto utili:

1. LO SCOPO: COSA VOLETE OTTENERE?

Lo scopo degli articoli che pubblicate sul blog e di tutti gli altri servizi che offrite può essere complesso e multidimensionale, o può essere semplice e lineare come fare in modo che la gente clicchi e visiti una pagina web.

In ogni caso, bisogna pensare accuratamente al proprio obiettivo primario e, possibilmente, ad alcuni obiettivi secondari.

2. IL MESSAGGIO: INTERESSANTE, UNICO, AFFASCINANTE, IMMEDIATO

Uno dei più grandi difetti delle agenzie che si occupano di questo settore è quello di non essere centrate sul cliente.

La Seo usa le keyword, che sono un riflesso di ciò per cui gli utenti dimostrano interesse.

Il messaggio è ovviamente connesso al suo scopo in quanto informazione, quindi il suo livello di originalità, curiosità e immediatezza varierà parecchio.
Dovete essere in grado di sintetizzare l’essenza del messaggio che volete trasmettere in una o due frasi.

Dovreste riuscire inoltre a essere totalmente chiari riguardo alla reazione che l’utente dovrebbe avere dopo aver letto il vostro pezzo.

3. IL “RICHIAMO ALL’AZIONE

Date ai vostri lettori qualcosa da fare dopo la lettura, che sia cliccare su “share”, iscriversi, cliccare su “join”, o anche comprare.

Il “richiamo all’azione” è fortemente legato all’obiettivo dei contenuti.

Non tutti contenuti (da intendersi all’inglese, “contents”) hanno per forza bisogno di una conclusione programmata, ma se non si dice agli utenti cosa fare, è praticamente sicuro che non faranno quello che voi avete in mente che facciano.

Lo svolgimento del vostro post, pezzo o articolo dovrebbe guidare il lettore fino a una conclusione, che preveda un passo successivo dopo la lettura.
Questo passo potrebbe essere passivo, come leggere il prossimo articolo, in serie, oppure un’attiva sollecitazione a visitare una specifica landing page, giusto per dare qualche esempio.

È utilissimo in molti casi offrire anche più di una cosa da fare. Le opzioni alternative possono essere parte del design della pagina web stessa, o incluse nell’articolo, post, video in questione.

Fermo restando che il “richiamo all’azione” non deve mai distrarre l’attenzione dal messaggio principale.

4. OSSERVARE, MISURARE, ANALIZZARE, AGIRE

Siate sicuri di avere degli obiettivi,
e fate in modo di controllarli tramite strumenti di valutazione, a medio e breve termine.

Che usiate Google Alert, strumenti di monitoraggio dei social media, web analytics o altro ancora (come PostRank), siate certi di verificare la portata del vostro messaggio.
Analizzate dove le cose vanno bene, e segnatevi cosa funziona e cosa no.

Sentitevi liberi di verificare e notare come non ogni cosa, per quanto ben presentata, ben scritta e ben pubblicizzata, possa ottenere un ampio successo.
Prestate attenzione a orari, grassetti, fonti dei link, citazioni e a tutto quello che può servirvi ad aumentare la vostra visibilità.

Siate strateghi e siate opportunisti. Usate ogni mezzo a vostra disposizione per fissare nella mente degli utenti il vostro messaggio, e spingeteli ad agire.

Arrivate a cogliere le nette differenze dello sviluppo e della promozione di un vostro messaggio sul social web rispetto ai soliti canali di marketing diretto.

Siate inoltre attenti alle opportunità che si presentano, e preparatevi a creare e a promuovere su richiesta,  in modo da avere ancora più vantaggio sui vostri concorrenti.

SUGGERIMENTO EXTRA: Siate riconoscenti. Date credito a quelli che commentano, che condividono e che vi aiutano a promuovere il vostro messaggio.

Siate inoltre riconoscenti verso gli interni, coloro che vi aiutano a creare, presentare e promuovere il vostro messaggio.

E voi? Avete qualche altra hint da proporre?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *