Twitter, arriva la funzionalità “Collaboratore”: 5 consigli

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

tweet-contributors_social-media-marketing

Twitter è sul punto di lanciare una novità importante, ossia la funzionalità “Collaboratore”. Grazie a questa innovazione più utenti saranno in grado di portare il loro contributo all’account Twitter di una compagnia o società. Analizziamo la novità nei dettagli e vediamo quali potrebbero essere i benefici in cinque punti.

1) Non si tratterà più di scegliere tra un account personale e un company account: li avrete entrambi! E avrete bisogno di entrambi per trarre vantaggio dal vostro ruolo di collaboratore.

2) La funzione incoraggerà moltissimi utenti a contribuire a favore di una compagnia: quando migliaia di persone posteranno Tweets interessanti, i contenuti acquisteranno rilevanza per l’intera rete.

3) La faccenda della responsabilità dei Tweets si farà più trasparente: gli autori dei singoli messaggi che appariranno in un determinato company account saranno segnalati, quindi si sentiranno maggiormente responsabilizzati.

4) Sarà una fantastica opportunità per costruire la vostra azienda attraverso le singole personalità dei collaboratori: è difficile entrare in contatto con un logo aziendale senza volto, ma è facile chiacchierare con i suoi dipendenti! La personalità della vostra azienda brillerà attraverso la personalità dei vostri singoli Tweeters.

5) La funzionalità “Collaboratore” sarà compatibile con applicazioni come Cotweet: Twitter la integrerà con gli strumenti che state già utilizzando. E i vostri nomi appariranno anche se non starete producendo Tweets dal sito Twitter.com.

La funzionalità sarà disponibile a breve. Credete possa essere utile per il vostro company account?

2 Responses to Twitter, arriva la funzionalità “Collaboratore”: 5 consigli

  1. elena scrive:

    come si diventa collaboratore?

  2. Davide scrive:

    la funzionalità collaboratore (“contributor”) al momento è in fase di testing e la sua utilizzazione non è ancora descritta approfonditamente
    posso fare però un esempio di come funziona: se @twitter invita @biz ad effettuare un tweet a suo nome, poi un tweet di @twitter includerà @biz nel sottotitolo, in modo tale che la gente sa esattamente le persone che stanno dietro ai tweet
    non si sa quanto durerà il periodo di prova ma si vocifera che la funzionalità potrebbe prossimamente essere inclusa in una versione a pagamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *