Microsoft fa leva sulla crisi

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

La Microsoft ha avviato negli Stati Uniti la nuova campagna pubblicitaria riguardante i beni di consumo. Il tutto con un occhio particolare alla crisi e alla concorrenza. Gli spot curati dall’agenzia Crispin Poorter & Bogusky inscenano una sorta di reality show con protagonisti i consumatori. Le telecamere seguono questi nella assidua ricerca di un computer ad un prezzo prestabilito, una sorta di shopping show. Nel video che qui vi mostro, la protagonista è Lauren, alla ricerca di un portatile efficiente e con un costo che non vada oltre i 1000 euro. Le immagini racconteranno le vicissitudini di questa consumatrice che in primis si imbatterà in un Mac Store dalla quale uscirà a mani vuote lamentando i prezzi elevati e dicendo ironicamente: “Non sono abbastanza cool per essere una Mac user”, e poi in un negozio della catena Best Buy dove troverà, fra un vasto assortimento, il pc che farà per lei e dirà soddisfatta: “I’m a PC”, slogan che richiama la precedente campagna Microsoft. L’azienda di Bill Gates con questa nuova campagna promozionale vuole porre l’accento sul carovita in un contesto di crisi come quello di oggi, più che mai sentito negli States, prendendosi comunque un rischio non da poco, visto lo slogan di fondo che va a rendere piuttosto cool la concorrenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *