Marketing versus vendita: una differenza fondamentale

Kotler marketing vendita
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Marketing e vendita non sono la stessa cosa. Parola di Kotler, che alla conferenza PKMF di Milano sul marketing e la comunicazione ha parlato del passato e del futuro di una disciplina tanto antica quanto ancora tutta da scoprire.

Il guru del marketing ha spiegato come il saper vendere sia un’attività molto più antica del fare marketing, e l’ha spiegato riconducendosi al mito: il primo venditore della storia fu infatti il serpente che “vendette” la mela a Eva. Un’attività quindi che si perde nel corso dei secoli, rispetto al marketing che secondo Kotler è nato “appena” 110 anni fa.

Il genio della pubblicità distingue poi i vari momenti di evoluzione del marketing: se molti anni fa l’obbiettivo delle aziende era quello di creare un prodotto e venderlo, poi dagli anni ’70 agli anni ’90 la priorità è diventata il cliente per poi arrivare, negli ultimi anni, a riconsiderare il valore del brand e delle relazioni con i clienti.

Kotler marketing vendita

Per Kotler infatti il marketing riguarda prima di tutto il marchio e il suo rapporto con i consumatori: essenziale è creare e divulgare la consapevolezza del brand e di fidelizzare i clienti, fino a farli diventare dei veri e propri pubblicitari del marchio (degli ambassador). Quindi il marketing non fa altro che fornire informazioni sui clienti e sui consumi, creando quindi la base per una buona strategia di vendita.

Da tutti questi spunti si può notare come la tendenza attuale del marketing sia quella di focalizzarsi più sulla persona, sulle emozioni al fine di creare un rapporto vero e diretto con il marchio. Tutte strategie che creano fidelizzazione e valore del marchio, concetti fondamentali del marketing contemporaneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *