Marketing: uno studio rivela i trend del 2016

the-future-of-marketing-2016-new-roles-and-trends-1-638
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Come si prospetta il 2016 in termini di tendenze nel campo del marketing? L’agenzia britannica di marketing e pubblicità ALF Insight ha condotto a tal proposito uno studio,  intervistando più di 200 esperti del settore per rilevare quali siano i trend tra i loro investimenti, strategie, priorità, e sfide da affrontare.

Di seguito, un elenco di interessanti dati emersi dallo studio.

1 – Email Marketing in primis

Nonostante la tecnologia ci offra costantemente nuove soluzioni per creare strategie di marketing sempre più mirate e complesse, il “vecchio” e fidato canale delle email è e resterà ancora il più usato. Il 75% dei marketers lo utilizza per inviare i propri contenuti, sfruttando il vantaggio della possibilità di personalizzare e automatizzazione in base ai target la distribuzione di informazioni, che grazie all’ottimizzazione per ogni device mobile raggiungono i destinatari subito e dovunque.

Businessman considering a brainstorm for marketing

2 – Puntare sui formati visuali

Siamo una società in continua trasformazione, sempre più veloce, dunque il tempo è poco per soffermarsi a leggere una marea di contenuti in formato testuale. La soluzione che sempre più aziende adottano è quella di puntare sul colpo d’occhio, catturando l’attenzione attraverso video e infografici.
Video. Il 60% degli esperti nel settore dichiara che utilizzerà prevalentemente il formato video, formato che ha visto un impiego in incremento annuale del 20%. Non solo integrato all’interno dei propri siti, le aziende incorporeranno video nelle proprie piattaforme social, dal consolidato Youtube alle proposte più recenti di Periscope, e Snapchat.
Infografici. Il 60% dei marketers li adopererà nel 2016. Il punto di forza sta nel presentare in modo chiaro, diretto, essenziale,determinati dati che in formato testo risulterebbero una lettura pesante. Inoltre più la grafica è accattivante, più il lettore sarà portato a “condividere” il contenuto, e quindi indirettamente pubblicizzare il brand.

3 – Forti investimenti in CRM, CMS e data analytics

Il 70% degli intervistati ha dichiarato un piano investimenti che punta sui CRM, per la capacità di questi sistemi di migliorare il rapporto con i clienti grazie all’identificazione più mirata dei loro bisogni, con il fine ultimo di creare programmi marketing sofisticati e personalizzati. Scopo affine è quello degli investimenti effettuati dal 67% dei marketers nel settore dei data analytics. I dati relativi agli esiti delle attività effettuate sono infatti essenziali per identificare e potenziare i possibili punti deboli delle strategie e conoscere quali invece sono state le azioni di successo.

4 – Obbiettivi e priorità

La principale priorità per il 54% delle aziende è costruire un più saldo canale nel settore vendite, attraverso la conquista di nuovi clienti e l’ottenimento di più valore da quelli esistenti. Altri obbiettivi includono l’aumento di brand awareness e costumer engagement, evidenziando ancora una volta la propensione, l’attenzione nei confronti del target, posto al centro di ogni attività di marketing.

Se siete interessati alla lettura completa dello studio, è reperibile a questo link.

Future-Of-Marketing-For-B2C-Marketers

In base a quanto detto è evidente quanto il marketing sia un settore da non sottovalutare, anzi, su cui è necessario puntare con l’adozione di strategie ben studiate. Su questo l’Ippogrifo ti viene in aiuto: contattaci per approfondire e scoprire la soluzione marketing più adatta a te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *