Marketing: il futuro è mobile

mobile-marketing
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

È molto probabile che stiate leggendo questo post da un device mobile, un cellulare o un tablet. Audiweb infatti rivela che il trend di fruizione della rete degli utenti italiani avviene sempre meno per mezzo del vecchio computer, in favore dei più pratici smartphone. Con una media di 11.6 milioni di individui online al giorno, i computer vengono surclassati dai device mobili, usati per navigare da 18,5 milioni di italiani con una frequenza media d’uso di 150 volte al giorno.

Ciò è determinato dall’alto numero di attività che possiamo gestire attraverso smartphone e simili: cercare informazioni, social media, mappe, shopping, ecc. Quest’ultimo settore, quello del mercato mobile, è stato oggetto di analisi del Convegno dell’Osservatorio Mobile B2C Strategy del Politecnico di Milano, svoltosi lo scorso febbraio. Tra i risultati emerge che gli addetti al marketing in Italia, a partire dal 2015, hanno compreso il potenziale dello smartphone, visto come un touch point per l’attrazione e la fidelizzazione dei consumatori. Gli investimenti delle aziende italiane in Mobile Advertising sono cresciute nel 2015 del 53% rispetto all’anno precedente, raggiungendo quota 462 milioni di euro.

5-components-of-mobile-marketing

Altro risultato interessante è che ben tre italiani su quattro utilizzano lo smartphone per effettuare acquisti. Di questi, la maggior parte è nel settore dell’elettronica, al secondo posto l’abbigliamento, seguito dalle spese alimentari. Se la domanda cresce, l’offerta si struttura. Il 20% della pubblicità online è occupato specificatamente da quella destinata ai dispositivi mobili; tuttavia, il più alto numero di introiti rimane legato alle inserzioni pubblicitarie dei motori di ricerca (Google in primis seguito dai social network). Facebook e simili trascinano il mercato raccogliendo quasi il 60% degli incassi pubblicitari per via di annunci visualizzati su smartphone, i cui formati sono sempre più intriganti e rilevanti rispetto agli interessi dei singoli utenti.

Cosa ci riserba il futuro? Un report di Cisco prova a dare una risposta. Secondo gli analisti dell’azienda quotata al Nasdaq, il traffico dati continuerà ad espandersi nei prossimi anni ad un ritmo quasi esponenziale: complice la diffusione della rete 4G che permette elevate velocità di download e upload, nel 2020 sugli smartphone si prevede che viaggeranno 24 milioni di TB ogni 30 giorni, contro i meno di 3 milioni del 2015. La maggior parte del traffico sarà riservato ai contenuti video, che già oggi corrispondono a più del 55% dei dati trasmessi via mobile.

mobile-marketing123

L’accesso al web è ormai letteralmente a portata di mano, e lo sarà per sempre più persone: dunque è necessario che anche i fornitori di servizi e prodotti si adeguino a questa rivoluzione. Il marketing italiano sta iniziando ad aprire gli occhi sul potenziale del settore mobile, e tu? La tua azienda è al passo coi tempi sotto questo aspetto? Se cerchi una soluzione su misura, contattaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *