Mezzi d’informazione: il futuro è lo smartphone!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Torniamo ad occuparci, ancora una volta, di smartphone, anche se quest’oggi il tema non è il solito.

Vi vogliamo parlare infatti del ruolo primario che essi hanno assunto nell’ambito dell’informazione. In che modo? Secondo un recente studio della Handmark, il mobile (da leggersi all’inglese, ovviamente), sta rapidamente sorpassando gli altri mezzi di in informazione, compresi giornali, TV e i PC.

Secondo i risultati del sondaggio, eseguito su un campione di circa 300.000 utenti smartphone, il 30% ha affermato come sia il loro telefonino la prima fonte da cui trarre informazioni, seguito da vicino dai PC (29%), dalla televisione (21%) e dai giornali (3%).

D’altra parte, benché il 56% degli intervistati affermi che non pensa che userà più frequentemente il proprio telefonino per accedere a portali d’informazione l’anno prossimo, una buona fetta (il 46%) annuncia che continuerà a usarlo con la stessa frequenza per questo scopo.

Prova a spiegare le ragioni di questo fenomeno Paul Reddick, amministratore delegato della Handmarck:

“Le notizie fresche possono arrivare durante tutto il giorno, e il mezzo d’informazione che è sempre a portata di mano, nel maggior numero dei casi, è il telefonino. Una volta presa l’abitudine di usare il proprio smartphone, è possibile, anzi probabile, ritrovarsi in un stanza con un televisore a due passi e non accenderlo, perché si stanno consultando le ultime notizie sul proprio telefonino.”

“Un altro fattore, ovviamente, è quello di non doversi alzare dal divano.”, aggiunge.

Il 40% degli intervistati ha posto le notizie di carattere generale e la cronaca al primo posto in termini di importanza, in merito alle informazioni lette via telefonino, seguite dal meteo (27%), dallo sport (9%), dalla finanza (6%), dall’intrattenimento (5%) e dalla politica (3%).

Bisogna sottolineare come le informazioni relative alla sfera personale (come per esempio le notifiche riguardo le attività degli amici sui social network e quant’altro) siano state lasciate da parte, ma vista la loro popolarità, si può immaginare come i risultati avrebbero potuto rivelarsi ancor più sorprendenti.

Un altro aspetto da non trascurare preso in esame da questo studio è stata la tendenza agli acquisti online via telefonino: il 69% del campione ha affermato infatti di aver comprato sul web con il proprio smartphone almeno una volta nello scorso anno. Dato, questo, che è senza dubbio destinato a crescere nel 2011.

E voi? Acquisite informazioni e lavorate abitualmente mediante smartphone?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *