Link building: come può aiutare il social media monitoring

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Ecco alcuni pratici consigli di Taylor Pratt, direttamente dalle pagine del Search Engine Journal”:

“Molti dei nostri sforzi in materia di marketing online si sovrappongono uno all’altro. Con la giusta organizzazione, la linea di confine tra la SEO e il social media marketing potrebbe presto diventare una cosa indistinta.

Le strategie di marketing che sono state ideate puramente come un mezzo per aiutare la visibilità sui social media si stanno ora evolvendo in valide strategie SEO. Uno dei miei esempi preferiti è il link building attraverso il monitoraggio dei social media.

Il social media monitoring è tecnicamente il processo di monitoraggio di conversazioni a proposito del tuo brand e/o dei tuoi prodotti attraverso tutte le social communities.

Questo implica un controllo dai tweets ai post sui blog, passando per gli articoli web.

Il punto è: se qualcuno sta parlando di te o dei tuoi prodotti, tu vuoi saperlo.

Ma se invece qualcuno fa menzione di una keyword per cui state compiendo un lavoro per la SEO?  Perché questo non vi salta all’occhio subito come una nuova opportunità di link building?

Oltre a controllare le menzioni su brand e prodotti, potete usare lo strumento per il social media monitoring  come uno strumento automatico per il link building.
È come avere uno strumento che lavora per voi 24h/24, e non avete da insegnarli niente.

E quindi, cosa dovreste monitorare? Ecco tre modi di sfruttare al meglio il social media monitoring per la SEO.

KEYWORDS

Ho menzionato questo aspetto all’inizio dell’articolo.

L’idea è che se qualcuno scrive un post di blog a proposito di una particolare parola-chiave per cui state lavorando in termini de ranking, potrebbe essere una grande opportunità contattarlo e convincerlo ad inserire un link al vostro sito nel post, o di permettervi di postare saltuariamente sul suo blog.

È anche un ottimo modo di scoprire vaste communities che trattano temi a voi cari (ad esempio forum) a cui sarebbe utile partecipare giornalmente, in modo da inserire anche qualche link strategico quando rilevante.

Le opportunità sono infinite, specialmente considerando su quante parole chiave state lavorandin termini di .ranking.

TENETE D’OCCHIO I VOSTRI CONCORRENTI

Dove fanno link building e dove partecipano i vostri concorrenti?
Questa è un’ottima opportunità per voi di vedere dove essi concentrano i loro sforzi così da impegnarvi anche voi in quei settori.

È anche un ottimo modo di tracciare una mappa delle keyword più gettonate dai vostri avversari. Potreste trovarne alcune a cui non avevate pensato.

SIATE ATTENTI A VEDERE CHI SONO LE FONTI IMPORTANTI

Trovare i “pezzi grossi” nel vostro settore e fare in modo che discutano e che scrivano a proposito della vostra azienda, dei vostri prodotti e dei vostri servizi è sicuramente una mossa vincente per quel che riguarda la SEO.

Con solo un paio di semplici recensioni sul loro blog oppure semplicemente con il loro canale Tweet, inizierete a vedere migliorie ai vostri risultati che non hanno richiesto sforzi da parte vostra.

In quale modo usate il vostro social media monitoring per la SEO?”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *