Let Your Italian Out!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Nel 2011, le vendite della Fiat 500 negli States, sono state inferiori alle aspettative. L’AD Sergio Marchionne ha dichiarato che a fronte delle 50.000 vendite previste, soltanto 27.000 sono state acquistate da clienti americani.

Tutto ciò nonostante il notevole esborso economico sul fronte del marketing, che solo recentemente ha cominciato a dare i primi frutti. Nel periodo iniziale del 2012, infatti, le vendite sono lievemente aumentate, soprattutto grazie alla versione sportiva dell’Abarth pubblicizzata da Charlie Sheen, e ad altri spot che hanno visto testimonial del calibro di Jennifer Lopez, Elle Macpherson, e Catrinel Menghia.

Recentemente, invece, la nuova pubblicità ideata dall’agenzia Donar di Detroit, non ha previsto nessuna partecipazione di grandi star. La strategia della casa automobilistica italiana si è decisamente orientata sul prodotto, e lo ha fatto con uno spot estremamente divertente:

Protagonista è un bambino, seduto nel seggiolino sul sedile posteriore. Due ragazzi che devono fargli da babysitter lo portano in giro con la nuova Fiat 500. Dopo un tratto di strada senza traffico, sono costretti a rallentare a causa dell’auto che li precede, una vecchia Imperial con al volante un uomo anziano. Quando la citycar italiana le si affianca, lo sguardo dell’anziano incrocia quello del bambino, che, con un gesto stereotipato tipico italiano, gli dice “Che cosa guardi?”.

Chissà se gli italiani d’America gradiranno essere ancora assimilati ad uno stereotipo duro a morire. Ma l’importante è aumentare il fatturato. E in questo caso, si sa, tutti i mezzi sono buoni. Forse.

Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *