Lego: i bambini non dovrebbero guardare troppa tv

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

lego-comunicazione-sociale

lego-marketing-sociale

lego-pubblicita-sociale

La Lego, nota azienda che ormai produce da generazioni l’intrattenimento e il divertimento dei bimbi, ha lanciato una campagna pubblicitaria sfruttando la contrapposizione alla televisione.

Quest’ultima come tutti ben sappiamo è altrettanto una forma di svago, che a volte diverte ma molto spesso lancia messaggi diseducativi.  La sua influenza tra i giovani negli ultimi anni è diventata fonte di preoccupazione di molti genitori e la Lego se non ha il potere di impedire ai bambini di guardare la televisione sicuramente è in grado di offrire una forma alternativa di divertimento. Un intrattenimento molto più costruttivo della tv, un gioco che costruisce la mente e l’immaginazione e non l’annienta come invece fa la scatola per immagini.

Per questo Lego ha realizzato una campagna che mostra scene di programmi televisivi con contenuti non adatti ai bambini, come ad esempio la droga, il sesso e la violenza ed ha usato i blocchi dei Lego per censurarne gli argomenti.

L’agenzia che ha curato la campagna è la Naga DDB/Rapp, Malaysia.

2 Responses to Lego: i bambini non dovrebbero guardare troppa tv

  1. […] qui. Se ti è piaciuto il post, ci fa piacere se lo condividi… Life is for Sharing! […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *