Le pagine Facebook che fanno primavera

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Blogmeter ha analizzato le interazioni su Facebook (un totale di 83 milioni) riguardanti il mese di marzo scorso, inaugurando la primavera 2013 dei social media attraverso diverse classifiche.

Geolocalizzando i profili (quelli che lo permettono) che cliccano like alle pagine aziendali sia italiane che internazionali, la società di analytics ha constatato che a marzo le 3 aziende col maggior numero di like italiani sono Nutella al primo posto (2,9 milioni di fan italiani su 4,6 milioni totali), al secondo Coca Cola, colosso da 62,7 milioni di like tra cui 2,1 italiani e al terzo troviamo il programma tv di Italia 1 Le Iene con quasi 2 milioni. Qui trovate la classifica completa.

L’ultima posizione si rivela interessante in quanto enfatizza il fenomeno della social tv (di cui avevamo parlato qui), fornendo dati ottimisti sull’andamento futuro della convergenza tra tv e social media.

Blogmeter continua proponendo i suoi dati in una classifica di new fans, spiegandoci quali pagine hanno accresciuto maggiormente il proprio seguito dal mese scorso: al primo posto troviamo Kiko Cosmetics, che avanza guadagnando più di 240mila like grazie ad una campagna che regala uno smalto ad ogni utente che clicca il bottone.

Per la classifica di engagement, ovvero le interazioni quotidiane con gli utenti, si conferma il quotidiano Libero con una media superiore alle 185 interazioni quotidiane per ogni mille fan; mentre il Corriere della Sera registra il primato per il post che ha suscitato più reazioni: un’immagine di Papa Francesco.

Nella graduatoria che prende in considerazione il tempo di risposta delle pagine aziendali alle richieste degli utenti tramite il social network (response time) si classifica prima TIM con soli 41 minuti di attesa . Qui trovate tutte le classifiche complete.

Insomma, le aziende capiscono e sfruttano il forte potere offerto dalla relazione diretta coi propri clienti. Seguire l’andamento delle aziende migliori non può che aiutarci a migliorare l’esperienza con i nostri clienti, utilizzando come esempio chi ha una reputazione già consolidata.

Avete pensato a come sfruttare questi esempi a vostro vantaggio?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *