Il proprio social media marketing in 3 metriche

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Certo, tutti nell’ambiente sono più o meno coscienti che il social media marketing sia uno strumento assai efficace. Ma come fare a farlo capire a qualcuno (un datore di lavoro, tanto per fare un esempio) che non riuscirebbe nemmeno a distinguere Facebook dal sito della Gazzetta dello Sport?

In soldoni, come si può misurare efficacemente la bontà del proprio lavoro?

Ci vogliono dati e misure concrete e incontrovertibili, che possano risultare chiari e comprensibili anche ai profani. Ne abbiamo individuati tre, grazie all’aiuto di Pamela Seiple, direttamente dalle pagine di Hubspot Blog:

1. Traffico web dai vostri profili social media

I social media possono essere una fonte di traffico verso il vostro sito web. Usate strumenti come HubSpot’s Sources Tool o Google Analytics per verificare quanto traffico ricevete dai vostri profii sui social media, in modo che sia evidente il trend a lungo termine. Rilevare un trend positivo è senza dubbio un’indicazione importante del fatto che il tempo da voi dedicato al social media marketing si stia rivelando proficuo.

2. Lead generati dai social media

C’è qualcosa che possa essere considerato addirittura migliore del traffico web dai social media? Il traffico che si converte attivamente in lead! Misurare e condividere queste informazioni non può non convincere anche i più scettici degli indubbi vantaggi che può portare un impegno costante nel settore dei social media.

3. Clienti acquisiti grazie ai social media

Il fatto che le vostre strategie di social media marketing vi stiano portando nuovi clienti, è senza dubbio l’indicatore più importante del fatto che il vostro lavoro sta procedendo bene!

Questi sono i dati più chiari del funzionamento delle vostre tattiche. Rapporti mensili dettagliati sul numero di nuovi clienti acquisiti grazie ai social network convincerebbero anche un mulo della bontà del vostro lavoro. Se volete compiere anche un secondo passo, potete cercare di capire anche quale particolare sito vi sta portando il maggior numero di traffico, lead e clienti. Questo vi aiuterà senza dubbio a capire dove concentrare meglio i vostri sforzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *