La magia della stampa lenticolare

Padiglione Italia
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Immagini che sembrano prendere vita, strepitosi effetti 3D e percezione di profondità quasi reale: stiamo parlando della nuova frontiera del marketing: la stampa lenticolare. Nata negli anni ’40, questo tipo molto particolare di stampa si è diffusa in modo esponenziale negli ultimi tempi  grazie soprattutto  alle nuove tecnologie che permettono una stampa ad alta definizione (tecnologia H3D). Ma come funziona nella pratica questa nuova tecnica di stampaggio e come viene usata nella pubblicità?

Tutto parte dalla luce – La stampa lenticolare sfrutta le proprietà di riflessione e di rifrazione della luce: quando i raggi luminosi attraversano un materiale plastico zigrinato, essi vengo deviati in diversi modi permettendo all’osservatore di vedere due o più immagini diverse, sfruttando l’effetto di parallasse. Questo crea degli effetti diversi, tra cui:

Morphing: Trasformazione graduale di un oggetto in un altro.

Flip: L’immagine cambia di netto in un’altra.

Moving: L’oggetto si muove sulla stampa.

Zoom: Ingrandimento di un oggetto.

Stampa lenticolare Ferrero

Marketing innovativo – Soltanto con le recenti tecnologie di stampa computerizzata i pannelli lenticolari stanno riscuotendo sempre maggior successo: ormai basta passare in centro per vedere degli enormi cartelloni che, come una moderna Gioconda, sembrano seguirti ovunque. Il caso più recente e forse quello più noto è quello del padiglione Italia dell’Expo 2015: i pannelli ricoprono un’area di circa 700 metri quadrati , dove è stata riprodotta un’immagine satellitare del nostro Paese con fiori, frutti e piante tipiche e un locale dedicato alla scienza dove gli oggetti spariscono e ricompaiono magicamente (flip). Ma  anche marchi come Ferrero e New Holland Agricolture si sono affidati alla stampa lenticolare per la promozione all’Expo. Il produttore dolciario italiano, ad esempio, ha installato ben 7 strutture multimediali  composte da pannelli lenticolari modulari di 2 metri per 6. Un modo innovativo per dare nuova linfa al marketing offline, in modo divertente e colorato! E voi, cosa ne pensate di questa nuova tecnica di marketing? Venite rapiti da questi pannelli o li passate senza voltarvi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *