L’irresistibile ascesa del video marketing

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Facebook? Twitter? Sì, posizionarsi sui social network oggi è indispensabile, ma le aziende devono anche avere ben chiaro che un canale YouTube è assolutamente imprescindibile. Vediamo perché.

Secondo uno studio pubblicato recentemente da ComScore.com, in America il 45% degli utenti video vede almeno una pubblicità video al mese. E in media soltanto il 30% degli annunci pubblicitari vengono evitati con la modalità skip. Ciò induce i pubblicitari ad avvalersi sempre più dell’advertising legata ai video ed è previsto che nel 2013 un terzo degli investimenti pubblicitari saranno destinati a questo settore.

Sempre Comscore.com rileva che l’audience americana ha incrementato del 648% il tempo passato su canali che si occupano di live streaming come Justin.tv, Ustream, Livestream, LiveVideo, and Stickam. Il live streaming sta crescendo notevolmente in termini di uso e popolarità e le previsioni parlano chiaro: più le persone utilizzeranno questi canali più la loro crescita sarà costante.

Un’altra ragione è dovuta alla diffusione di due dispositivi che stanno rivoluzionando l’approccio ad internet: l’iPad e lo smartphone. Un terzo dei possessori del primo accede regolarmente a show TV e film: la fruizione ottimale via display favorisce il diffondersi di abitudini legate a quel tipo di schermo. Allo stesso modo anche l’aumento degli smartphones in circolazione ha rivoluzionato il modo di accesso ad internet e di conseguenza anche ai video diffusi attraverso di essa.

Come esemplifica al meglio il video qui sotto, YouTube è il secondo motore di ricerca al mondo e ormai ogni mese gli utenti passano 2,9 miliardi di ore spese a vederne i video.

Cosa possiamo suggerire alle aziende che vogliono fare i primi passi in questo settore?

Innanzitutto che è uno strumento sul quale puntare assolutamente per lo sviluppo del proprio business. Un buon video può raggiungere platee vastissime soprattutto perché può essere distribuito attraverso diverse piattaforme e perché può contribuire al miglioramento dei tassi di risposta SEO ed e-mail marketing. Lo si può realizzare a scopo promozionale, per spiegare come funziona un prodotto, per lanciarne uno nuovo etc.

Tra le azioni da intraprendere al più presto suggeriamo:
– Aggiungere un tasto dedicato assieme a quelli Facebook e Twitter in modo da permettere ai navigatori di trovare al più presto il vostro YouTube Channel
– Nominare il vostro YouTube Channel così come chiamereste il vostro sito o blog in modo da poterlo personalizzare
– Utilizzare le giuste keywords per i video allo scopo di farne un buon utilizzo per le vostre strategie di SEO
– Utilizzare tutte le opportunità di investimento pubblicitario legate ai canali video

Scommettiamo che l’ingresso nel mondo dei video non potrà darvi altro che benefici?

2 Responses to L’irresistibile ascesa del video marketing

  1. Bisogna anche avere o produrre un video di qualità. Per qualità non intendo necessariamente virale, ma sicuramente utile al raggiungimento dell’obiettivo stesso.

  2. […] il post sull’irresistibile ascesa del video marketing di qualche giorno fa? Abbiamo ancora qualche dato […]

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>