L’influenza nei Social Media

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Tra il 25 agosto e il 10 settembre 2010 la Vocus e Brian Solis hanno effettuato un sondaggio su 739 professionisti del marketing e della comunicazione.

Dai risultati emerge come l’84% dei dirigenti intervistati sono concordi nel fatto che esista una correlazione tra la propria capacità di guidare l’azione (influenza) e il raggiungimento del pubblico.
Il 90% traccia una chiara distinzione tra l’influenza e la popolarità e cita la qualità del contenuto come il fattore più importante nella costruzione di un’influenza on-line.

La metà degli intervistati ritiene che la creazione di contenuti di marketing, la pubblicazione e la condivisione di informazioni interessanti è l’azione più importante che i brand possono adottare per aumentare la propria influenza nel web, seguita dall’autenticità (31%) e dalla profondità della conversazione (10%). La popolarità on-line (1%) e le relazioni con personaggi famosi (2%) sono decisamente meno importanti.

 sondaggio vocus_influenza_social_ media

La maggior parte dei dirigenti marketing equipara l’influenza on-line con la qualità delle connessioni: il 57% ritiene che un individuo con una rete ben focalizzata di amici, seguaci, sostenitori abbia un’influenza maggiore di una persona con un maggior numero di amici ma vagamente collegati.
 

sondaggio vocus_brian solis_connessioni
 

Quando è stato chiesto ai manager intervistati quali fossero i fattori che contribuiscono a rendere una persona o un brand influente, essi hanno citato le seguenti caratteristiche:

• Qualità in generale (vs quantità) ed essere al centro della rete: 60%
• Qualità del contenuto: 55%
• Capacità di ottenere risultati misurabili: 55%
• Profondità di relazione: 40%

Allo stesso modo, i responsabili marketing affermano che i motivi per cui seguono altre persone sui social network riguardano la qualità in generale e la qualità dei contenuti condivisi:

• Il contenuto è rilevante: 62%
• Una persona che pubblica contenuti originali è un leader di pensiero: 51%
• Le relazioni e le connessioni personali sono importanti: 43%

Le opinioni variano invece per quanto riguarda la misurazione dell’efficacia di una campagna pubblicitaria nei social media. La maggior parte dei dirigenti intervistati ritengono che l’azione, come ad esempio un acquisto o un download, è la più importante misura dell’efficacia nei social media, ma il 36% la ritiene la meno importante.
Il numero di visite (11%) e click-through (11%)
sono classificati a pari efficacia, seguiti dal numero di retweet Twitter e “Mi piace” di Facebook (8%).

 sondaggio vocu_brian solis_misurazione campagna social_media

Circa il 57% dei manager intervistati dichiarano che sarebbero disposti a pagare per ottenere influenza e guidare i loro risultati on-line.

I professionisti SEO (83%) sono i più propensi a pagare per ottenere l’influenza, seguiti dai dirigenti dell’Advertising (78%), dai professionisti di Marketing (61%) e dai PR (52%).
 

sondaggio vocus_brian solis_pagare_influenza_online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *