L’importanza della social content curation

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Oggi, la content curation si configura come una strategia di sopravvivenza all’incessante proliferare di contenuti pubblicati sui social network. Si tratta di riuscire a gestire e condividere ciò che troviamo più interessante e attinente ai nostri interessi, ed evitare di venire schiacciati dall’eccesso di informazione.

Facebook, LinkedIn, Google, Pinterest dispongono già di aggregatori di notizie social. Ora anche Twitter ne ha uno. Si tratta di Summify, uno dei servizi di gestione delle informazioni più apprezzato dal web, creato nel 2009 da due ragazzi di origine rumena e oggi acquisito dal servizio di microblogging più famoso del mondo.

Come funziona Summify? Filtrando le attività dei contatti su Twitter e raccogliendo i link più condivisi nelle ultime 24 ore. Link che appositi algoritmi provvederanno a convogliare in un’apposita mail spedita una volta al giorno.

Ma quali sono i motivi d’interesse delle aziende per un aggregatore di notizie come Summify? Essenzialmente due: la consapevolezza e l’adeguamento dei propri contenuti.

Il primo motivo riguarda il fatto che la rete ormai è sempre più attenta e rigorosa nel selezionare notizie indispensabili. Ciò deve far riflettere i brand che intendono porsi come punti di riferimento su determinati argomenti. Una competenza che ora può e deve maturare anche attraverso l’utilizzo di strumenti come Summify, allo scopo di proporre contenuti di qualità e soprattutto credibili.

Il secondo invece riguarda la capacità di rendere distribuibili i propri contenuti sul web, allo scopo di arrivare a farli leggere e condividere al maggior numero di persone, operazione che per ora sembra poco nota alla maggior parte delle aziende nostrane.

Sviluppare una relazione costante con la propria community di riferimento ormai è un imperativo. Forse da quest’anno anche la massima attenzione alla content curation.

Che ne pensate?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *