L’advertising per le piccole imprese? Da oggi si paga con la carta di credito Google!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

In un periodo di congiuntura internazionale qual è quello che stiamo vivendo, cosa cercano le PMI? Nuovi clienti naturalmente. Ma come trovarli? Una soluzione pratica ed originale l’ha trovata Google con AdWords Express.

Cos’è Adwords Express? E’un neonato sistema per avviare campagne pubblicitarie on line utile soprattutto a piccole imprese che desiderano incrementare il numero dei propri clienti. La sua portata innovativa sta soprattutto nella rapidità e facilità d’utilizzo. Che semplifica di molto anche l’esistenza degli imprenditori che col mondo del web hanno scarsa confidenza.

Basta soltanto una pagina web all’interno della quale inserire la categoria di riferimento dell’attività, una descrizione e il budget mensile a disposizione. Una volta immessi questi dati sarà Adwords Express a gestire la campagna in totale autonomia.

Il sistema mira essenzialmente ad attirare i clienti verso il luogo fisico nel quale risiede l’attività, verso il sito web o verso la pagina Google Place.

Il servizio contempla unicamente i pagamenti per click effettuati sugli annunci pubblicitari; oltre a ciò la presenza degli annunci sul web sarà comunque ottimizzata in base alle disponibilità finanziarie, allo scopo di utilizzare uno strumento efficace ma non troppo costoso.

Strumento che potrà essere pagato attraverso un nuovo nato in casa Google: la carta di credito per gli inserzionisti pubblicitari! Google AdWords card è una MasterCard il cui credito massimo viene stabilito ogni volta a seconda del cliente.

E’ in fase sperimentale e vuole favorire l’accesso al credito alle piccole medie imprese che scelgono di pubblicizzarsi on line, permettendo loro di pagare le campagne a tassi di interesse estremamente competitivi (l’8,99% secondo il Los Angeles Times, senza nessun canone annuale da pagare).

Attualmente sono soltanto alcuni clienti invitati da Google a testare la funzionalità della carta, ma presto verranno coinvolte tutte le imprese che costituiscono il 96% delle fonti di ricavo di Google. Ricavi che provengono prevalentemente dai piccoli annunci di advertising tradizionali.

Voi siete tra di loro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *