Il mondo in una community

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

C’erano una volta le community online. Nate come spazio dove gli utenti interagivano tra loro esprimendo opinioni e scambiandosi informazioni, si sono evolute sino a diventare uno strumento di marketing a disposizione delle aziende. Il loro scopo è attivare un dialogo costante con gli utenti allo scopo di fidelizzarli.

Ma le community sono da considerare anche come serbatoi di dati da analizzare. Tra i numerosi operatori del mercato, oggi Sparq è la piattaforma online di ricerche di mercato più utilizzata (tra i suoi clienti troviamo Mass Mutual, Vodafone, USA Today).

Come opera Sparq? Si tratta di uno spazio virtuale che raccoglie gli utenti oggetto d’analisi delle ricerche di mercato: clienti, personale aziendale, persone interessate al brand, o semplici membri di gruppi online.

La piattaforma offre alle aziende di ogni settore merceologico una connessione semplice e veloce con i propri clienti, operando con strumenti di ricerca raffinati, precisi, efficaci e semplici da applicare. L’obiettivo è quello di raccogliere gli spunti e i suggerimenti necessari per migliorare il loro business.

Sparq ha conquistato il mercato in virtù di alcuni punti di forza:

Flessibilità: necessaria a garantire ricerche quantitative e qualitative in modo connesso e unificato, grazie alla sua ampia molteplicità di strumenti online

Controllo: gestione delle ricerche con accertamenti centralizzati

Velocità: i tempi di attesa per raccogliere risposte diminuiscono, garantendo un servizio veloce ed efficiente

Connessione: una community panel offre ai clienti un forum per esprimere i propri pensieri, idee e giudizi

Costo: possibilità di realizzare molte più ricerche a parità di budget, facilitando la giustificazione dell’investimento e la sua utilità.

E’ giusto dire che al giorno d’oggi, per comprendere l’evoluzione della società moderna, si deve analizzare il web – dichiara Ray Poynter, Executive Vice President di Vision Critical – Questo è un passaggio obbligato dettato dal progresso. Il web è diventato il luogo principale dove ottenere informazioni sulle persone perché oggi chiunque condivide le proprie idee, i propri gusti, pubblica foto e dettagli della propria vita, in questo modo possiamo quindi ottenere una precisa e reale fotografia della società moderna.”

Secondo uno studio condotto da Vision Critical e Domoskopea più della metà degli intervistati (66,8%) ha dichiarato di essere disposta a utilizzare una community aziendale per seguire la crescita di nuovi articoli e servizi.

E voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *