Il beamvertising continua a sorprendere

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Il beamvertising, ovvero la promozione di un prodotto tramite delle proiezioni, è già stato uno strumento largamente usato, tant’ è  che l’unico modo per differenziare una proiezione dall’altra è cercare di accaparrarsi il monumento più famoso dove realizzare questa curiosa operazione di Marketing.

Tuttavia un progetto della EPSON è riuscito a rinnovare parzialmente il beamvertising, catturando l’interessa dei presenti non solo per le immagini in movimento ma anche sulla fonte della proiezione, ossia il vero prodotto che si voleva pubblicizzare. Nella campagna Exreme Gamer della EPSON, in collaborazione  con Sony e il videogioco Need for Speed, un uomo nei panni di un “androide” equipaggiato con un proiettore Epson HD e una playstation 3, ha dato vita allo spettacolo in centri commerciali, discoteche, piazze e centri urbani, ovunque ci fosse la possibilità di sorprendere le persone, attirando l’attenzione sul prodotto, ma guardate il filmato per capire meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *