Clamoroso: 8 bimbi su 10 usano internet!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

Circa l’80% dei bimbi fino ai cinque anni usa internet almeno una volta a settimana. È questa la conclusione derivata da uno studio targato Joan Ganz Cooney Center e Sesame Workshop.

La ricerca, elaborata basandosi sui dati di sette studi precedenti, ci mostra come i giovanissimi siano fruitori attivi di ogni tipo di media, e come siano addirittura utenti di più media allo stesso tempo.

La televisione, come sempre del resto, è parte importante di questo fenomeno:
in media, durante la settimana, la maggior parte dei bimbi trascorre almeno tre ore davanti alla tv. E di tutti i media presi in considerazione dallo studio, la televisione occupa il 47% del tempo speso dai bambini su di essi.

Certo questo dato non è cosa nuova. Ma la novità è un’altra: sembra che la televisione spinga i bimbi all’uso di internet. A quanto pare, il 60% dei genitori afferma che i propri i figli sono soliti guardare video online, anche se la percentuale subisce una netta decrescita nelle fasce di età più vecchie, probabilmente poiché gli impegni scolastici limitano il tempo disponibile per questo tipo di attività. Il rapporto, tuttavia, mostra anche come ben il 20% dei bambini/ragazzi tra gli 8 e i 18 anni ricerchi contenuti in rete, usando telefoni cellulari o altri strumenti portatili, come gli iPod.

Ma il web e il tubo catodico non hanno finito di stupirci: uno studio Nelsien del 2010 ci aveva mostrato come il 36% dei bambini dai 2 agli 11 anni usi entrambi i media contemporaneamente. Complessivamente, i bimbi tra gli 8 e i 10 trascorrono circa 5 ore e mezza al giorno usando i media, e ben 8 se si considera il tempo speso su più mezzi di comunicazione simultaneamente.

L’annosa questione della pericolosità (o meno) di questo tipo di comportamento per i giovani è sempre aperta. Il rapporto si limita a fornire dei dati concreti. Sta poi a ognuno analizzarli a dovere. Per il momento, i relatori si mantengono nel giusto mezzo: il Dottor Lewis Bernstein, presidente esecutivo di Sesame Workshop, ha affermato in una conferenza stampa che, come ci viene ripetuto fin da piccoli, esagerare (su qualsiasi cosa) fa sempre male. Ma che non bisogna vedere sempre tutto negativamente. Dopotutto, rivela lo studio, il tempo trascorso dai ragazzi sui libri si mantiene comunque sempre costante.

E voi, che ne pensate di queste statistiche?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *