I Poken porgono la mano ai Social Network

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone

poken_il_futuro_del_social_networking

Nell’era in cui viviamo condividere le informazioni digitali è molto facile, pensiamo ai social network. Con pochi click riesci a comunicare con qualsiasi amico connesso alla rete.
Qualcuno di voi dirà che tutto ciò si poteva fare anche prima con lo scambio di e-mail e biglietti da visita. Questo è in parte vero però d’altro canto queste forme di comunicazione non erano così dirette e coinvolgenti. A dimostrare ciò sta il fatto che molte persone sono troppo prese dai social network e praticamente non riescono a starci senza.

Ora cercate di ripensare a quella situazione in cui vi trovate con un amico al bar, in spiaggia e dovete passargli la vostra e-mail dettandogliela, molte volte lui non ha dove scriverla oppure la vostra e-mail è talmente paradossale tipo: mattita.appuntita@alice.it che vi vergognate a pronunciarla ad alta voce.

Ora entrano in gioco i Poken, sono loro che vi daranno letteralmente una mano a condividere i vostri dati.
Ma chi sono i Poken, come possono aiutarci?
I Poken sono dei bambolotti di diverso aspetto, possono essere dei teschi, delle geishe, delle scimmie oppure delle api che possiedono una mano gigante (sproporzionata alle loro dimensioni).
Ed è proprio grazie a questa mano che loro si danno il cinque e passano le informazioni desiderate.

poken_il_futuro_del_social_networking1

Il loro funzionamento è analogo a quello delle chiavette USB, si collegano al computer e dopo essersi registrarti al sito: www.doyoupoken.com su di essi è possibile caricare: il proprio indirizzo e-mail, i propri profili di social network, il proprio blog, gli indirizzi di vari siti, il curriculum vitae, vari programmi tipo Skype, MSN ecc.

Il prezzo è contenuto e si aggira attorno ai 12 dollari. Forse questo piccolo gadget diventerà un oggetto indispensabile e di moda, staremo a vedere!

I Poken saranno il nuovo gadget del futuro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *